Le vagliatrici di grano di Gustave Courbet

Per realizzare il dipinto intitolato Le vagliatrici di grano, Gustave Courbet mise in posa le sorelle e un bambino. L’opera descrive il duro lavoro del popolo delle campagne.

Gustave Courbet, Le vagliatrici di grano (Les cribleuses de blé), 1854, olio su tela, 131 x 167 cm. Nantes, Musée des Beaux-Arts

Descrizione. La famiglia di Courbet posa mentre Zoe setaccia il grano

Su di un grande panno che copre il suolo una ragazza di schiena vaglia il grano con un setaccio. A destra invece un bambino osserva l’interno buio di un essicatoio di legno. A sinistra infine un’altra giovane seduta a terra e sonnecchiante separa i chicchi dalla pula. Dietro di lei sono addossati alcuni grandi sacchi pieni.

I Committenti e la storia espositiva

Il dipinto intitolato Le vagliatrici di grano di Gustave Courbet fu concepito nell’inverno del 1853-54 a Ornans. Nel dipinto furono rappresentati i parenti dell’artista. La ragazza che setaccia il grano in centro è la sorella Zoe. La seconda sorella Juliette invece separa i grani uno ad uno. Il bambino invece sembra essere il suo figlio naturale ed esamina il grano posto ad essicare.

Il dipinto fu esposto presso il “Pavillon du réalisme” allestito dall’artista in seguito al rifiuto del Salon di Parigi di esporre i suoi lavori.  Nello stesso contesto vennero esposti anche Funerale ad Ornans e L’atelier dell’artista. Fu acquistato direttamente dal Salon di Nantes nel 1861. Il prezzo venne fissato a 5.000 franchi in una lettera del 28 agosto 1861 indirizzata al curatore del museo.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Le vagliatrici di grano di Gustave Courbet

Come nei suoi lavori che raccontano la realtà sociale della popolazione francese anche nel dipinto Le vagliatrici di grano il soggetto principale sono le persone qualunque. La superficie dell’opera è interamente immersa in una atmosfera cromatica ocra. Il colore a seconda delle superfici ha sfumature chiare e scure come nel caso del grano che cade sul tessuto. Il tono caldo del dipinto raggiunge il culmine nell’abito arancio-rosso di Zoe.

Nella parte centrale e orizzontale invece i colori sono più freddi. Infatti l’essicatoio tende ad un marrone meno saturo. L’abito del bambino poi è verde e la veste di Juliette è grigia. La composizione pone al centro la figura quasi rinascimentale di Zoe che è costruita con una forte presenza muscolare. La composizione si sviluppa su di un asse orizzontale che occupa la zona centrale del dipinto.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Gustave Courbet, Le vagliatrici di grano (Les cribleuses de blé), sul sito del Musée des Beaux-Arts di Nantes.