Colombo giovinetto di Giulio Monteverde

Colombo giovinetto di Giulio Monteverde propone una interpretazione del navigatore mediata dalla pittura storica del tardo Ottocento.

Giulio Monteverde, Colombo giovinetto, 1870, scultura in gesso, cm 147 X 61 X 62. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione della scultura Colombo giovinetto di Giulio Monteverde

La scultura di Monteverde raffigura Cristoforo Colombo adolescente. Il giovane siede su una bitta con un enorme anello utilizzato per legare le cime delle navi. Il giovane veste abiti quattrocenteschi e porta lunghi capelli arricciati che fuoriescono dal berretto. Siede accavallando la gamba destra sulla sinistra con un atteggiamento adolescenziale e sbarazzino.

Interpretazioni e simbologia dell’opera Colombo giovinetto di Giulio Monteverde

Il Colombo giovinetto è una scultura di Monteverde che rimanda ai valori nazionali. Infatti rappresenta il giovane Colombo navigatore italiano genovese al quale si attribuisce la scoperta dell’America. Inoltre l’immagine dell’adolescente rimanda al sonetto di Carducci dedicato a Giuseppe Mazzini. Alcuni versi infatti si riferiscono a Colombo infante che è seduto sugli scogli e immagina la scoperta di terre lontane. Questa tendenza a scoprire già nel personaggio adolescente il suo futuro illustre sara tipica dell’epoca. In questo modo i borghesi trovavano un riconoscimento del personaggio in una certa interpretazione scientifica del suo destino.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Erminia Luisa e Corinna Monteverde donarono nel luglio del 1919 Colombo giovinetto di Giulio Monteverde alla Galleria d’Arte Moderna di Genova. La scultura è parte della raccolta intitolata “Immagini di personaggi famosi dell’Ottocento”. Esistono diverse copie di questa scultura che ottenne una medaglia d’oro all’esposizione italiana di Parma del 1870. Una copia in marmo si trova presso Palazzo Giovanelli di Venezia e una in gesso nella Galleria d’Arte Moderna di Parma dove la statua ottenne la medaglia d’oro.

La storia dell’opera Colombo giovinetto di Giulio Monteverde

La statua intitolata a Colombo giovinetto fu realizzata da Giulio Monteverde intorno all’età di 33 anni nel 1870. Lo scultore infatti era nato a Bistagno nel 1837.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Colombo giovinetto di Giulio Monteverde

Giulio Monteverde si formò presso lo scultore Bistolfi di Casale Monferrato ma la sua formazione è di tipo accademico. Nella scultura si ravvisano infatti tratti romantici nella posizione del giovane e nel suo sguardo coperto dai capelli fluenti. Infine la bitta con il grande anello di attracco sulla quale siede però è un elemento realistico.

La tecnica

Giulio Monteverde realizzò Colombo giovinetto in gesso. La statua misura 147 cm di altezza X 61 X 62 cm.

La luce sulla scultura

La figura di Colombo è particolarmente complessa quindi la luce ambientale crea molti chiaroscuri che mettono in evidenza le forme della scultura. Il viso però rimane in leggera ombra grazie ai capelli folti che coprono dall’alto.

Rapporto con lo spazio

La statua è fruibile in ogni suo lato ma la prospettiva frontale offre una maggiore possibilità di completezza della sua figura.

La struttura

Il corpo scolpito dell’adolescente è retto dalla grande bitta che diventa così un piedistallo.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • M. F. Giubilei, GAM guida. Galleria d’arte moderna di Genova. Con opere della collezione Wolfson, Editore: Maschietto Editore, 2004, EAN: 9788888967271

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 31 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Giulio Monteverde intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giulio Monteverde, Colombo giovinetto, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera