Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti

Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti ritrae un momento di ricreazione e di svago di alcuni soldati della Seconda Guerra Mondiale.

Trento Longaretti, Canta che ti passa!!!, data?, matita su carta, 20 x 27,5 cm. Roma, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

Indice

Descrizione di Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti

Un militare seduto imbraccia la chitarra e suona. Intorno a lui sono tratteggiati alcuni elementi architettonici.

Interpretazioni e simbologia di Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti

Durante le lunghe campagne militari l’unico svago concesso ai militari era la musica suonata direttamente dai musicisti che partecipavano all’azione. Canta che ti passa!!! è un piccola disegno matita realizzato dal vero dal sorgente Trento Longaretti.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Insieme ad altre opere, Canta che ti passa!!! fece parte di una mostra organizzata a Roma nel 1942 intitolata Prima mostra degli artisti italiani in armi. I lavori esposti erano opera di artisti soldato impegnati sui fronti dell’esercito in Nord Africa, nei Balcani, in Russia e in Grecia.

La storia dell’opera Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti

Trento Longaretti nacque a Treviglio nel 1916 e prese parte alla Seconda Guerra Mondiale in qualità di sergente del genio. Il disegno è datato Treviglio, 1916.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Canta che ti passa!!! di Trento Longaretti

Il disegno è costruito con leggeri tratti di contorno che descrivono il militare che suona e l’ambiente circostante.

La tecnica

L’opera di Longaretti è una matita su carta di 20 centimetri di larghezza e 27,5 cm di altezza.

Il colore e l’illuminazione

Il tratto leggero e grigio della matita si perde nella preparazione del fondo chiaro e a causa dell’ingiallimento della carta.

Lo spazio

L’ambiente nel quale si svolge la scena osservata da Longaretti è probabilmente una camerata nella quale i militari sostavano. Lo spazio prospettico è accennato dalla fuga in alto a destra e da quella dell’arco a sesto acuto.

La composizione e l’inquadratura

L’immagine di forma rettangolare è sviluppata in verticale e l’inquadratura colloca proprio al centro la figura del musicista.

Articolo correlato

Gli artisti soldato

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Artisti Italiani in Armi la collezione ritrovata, Catalogo della mostra, STADIO DI DOMIZIANO, Aprile-Giugno 2017, ESERCITO ITALIANO, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 31 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Trento Longaretti intitolate:

  • Canta che ti passa!!!

Leggi La vita e tutte le opere di Trento Longaretti

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Trento Longaretti, Canta che ti passa!!!, sul sito dell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio di Roma.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera