Buongiorno, signor Gauguin di Paul Gauguin

Buongiorno, signor Gauguin fu realizzato da Paul Gauguin nel primo periodo di attività, poco dopo il crollo del mercato finanziario. L’artista si ispirò probabilmente ad un dipinto di Courbet.

Paul Gauguin, Buongiorno, signor Gauguin, 1889, olio su tela, 113 x 92 cm. Praga, Národní Galerie

Descrizione. Il ritorno di Gauguin dal lavoro

Paul Gauguin si raffigura in questo dipinto al ritorno dal lavoro. Il maestro indossa un pesante cappotto con una mantellina sulle spalle. Il capo è coperto da un basco calato fin sulla fronte. Gauguin ha le mani affondate profondamente nelle tasche del cappotto e sembra soffrire molto il freddo. Ai piedi porta un paio di zoccoli di legno. Alla sua destra un piccolo cane lo accompagna. Oltre lo steccato una donna lo saluta. È raffigurata di spalle, coperta da un lungo abito e una cuffia che lascia scoperta una piccola parte del volto. Intorno ai due personaggi si sviluppa un paesaggio ricco di piante, alberi e cespugli. In lontananza, sulla sinistra, si nota una casa bianca e in alto incombe un cielo scuro quasi notturno.

Interpretazioni e simbologia

La semplicità della situazione rappresentata rientra nei temi cari a Paul Gauguin. Gli alberi però sono spogli e sembrano sottolineare la presenza del freddo evocato dagli abiti e dai gesti dei due conoscenti. Da qualche anno, infatti Gauguin aveva perso il suo lavoro nel campo finanziario e versava in cattive condizioni economiche.

La storia dell’opera

Il dipinto Buongiorno, signor Gauguin fu realizzato da Paul Gauguin nell’autunno del 1889 presso La Pouldu in Bretagna. Courbet fu una delle prime fonti di ispirazione per Paul Gauguin. Nel 1854 Courbet dipinse un’opera dal titolo Buongiorno, signor Courbet conservata presso il Musée Fabre di Montpellier. Gauguin vide l’opera insieme a Vincent van Gogh con il quale visitò il museo. Nel dipinto dall’atmosfera serena e calda il maestro incontra due conoscenti durante una delle sue passeggiate in cerca di soggetti da dipingere. Anche in questo dipinto è presente un cane proprio nella stessa posizione di quello nel quadro di Gauguin. Oltre ad essere di tutt’altra atmosfera, in questo lavoro il protagonista è posizionato di spalle e non frontalmente come si raffigurò Gauguin.

Consulta anche le opere di Paul Gauguin intitolate: La visione dopo il sermone, Il Cristo Giallo e La siesta.

Lo stile del dipinto Buongiorno, signor Gauguin di Paul Gauguin

Il paesaggio è frutto di campiture bidimensionali realizzate con ampie pennellate sovrapposte. Nel primo piano Gauguin utilizzò brevi segni verticali paralleli per suggerire l’erba delle zone verdi. La linea di contorno inoltre è già presente nelle figure dell’artista e della donna. Gauguin dopo le sue esperienze da autodidatta vicine alla pittura di Corot e dei maestri impressionisti creò un linguaggio essenziale. Elaborò una pittura semplice, priva di costrutti complessi quali la prospettiva geometrica e il chiaroscuro, per esprimere una poetica primitiva.

Il colore e l’illuminazione

I colori utilizzati da Paul Gauguin nel dipinto intitolato Buongiorno, signor Gauguin sono saturi e privi gradazioni di tono. In primo piano prevalgono i verdi accesi, con gamme che vanno dal giallo al blu. Sullo sfondo poi il paesaggio diventa giallo con accenni di arancio. Il cielo è profondamente blu scuro mentre le figure sono colorate di marrone scuro quella dell’artista e blu quella della signora. Gauguin non usò gradazioni di chiaroscuro e quindi per costruire la scena utilizzò contrasti di luminosità e di toni diversi. Un forte contrasto si nota tra cielo e colline e tra la staccionata contro i cespugli in blu scuro. La fonte di illuminazione non viene rappresentata e le superfici sono descritte dalla loro componente cromatica.

Approfondisci con le opere di Corot intitolate: Ponte di Narni, Trinità dei monti e La Cattedrale di Chartres.

Lo spazio

Il dipinto Buongiorno, signor Gauguin è privo di prospettiva lineare. Lo spazio è quindi suggerito dalla prospettiva di grandezza dei tronchi. La profondità inoltre risulta dalla sovrapposizione delle figure. L’orizzonte è determinato grazie alla linea delle colline disegnata in alto verso il bordo superiore del piano pittorico. In alcune parti dell’opera è il contesto a chiarire le forme e la loro posizione nello spazio. Infatti la mancanza di dettagli e chiaroscuro unita all’uso delle campiture bidimensionali fa sembrare informali alcune parti dell’opera.

La Composizione e l’inquadratura

La struttura compositiva di Buongiorno, signor Gauguin è organizzata per fasce orizzontali che si succedono verso l’orizzonte. Inoltre la loro altezza si assottiglia verso il fondo e crea un senso di profondità dello spazio. Alla zona occupata dalla donna succede lo spazio oltre lo steccato con la figura di Gauguin. Si trova poi il prato verde chiaro, quindi le colline gialle e infine il cielo blu notte.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Paul Gauguin, Buongiorno, signor Gauguin, sul sito della Národní Galerie di Praga.