Il Bisonte di Altamira

Il Bisonte di Altamira è una prima rappresentazione dell’animale nella grotta di Altamira già molto realistica che risale alla preistoria dell’umanità.

Bisonte di Altamira, circa 21-20.000-18.000 anni fa, pittura rupestre, Spagna, Grotte di Altamira

Indice

Descrizione della pittura rupestre Bisonte di Altamira

Le figure dei bisonti sono raffigurate con diverse posizioni sul soffitto della grotta di Altamira. Gli animali sembrano colti in gruppo e molti di loro sono maschi. Gli artisti riuscirono a cogliere gli animali in posizioni naturali come quella del celebre bisonte accovacciato. Altri pascolano oppure procedono come sui prati dell’epoca.

Bisonte accovacciato di Altamira
Bisonte accovacciato di Altamira

Interpretazioni e simbologia di Bisonte di Altamira

Gli archeologi non hanno chairito la natura di queste immagini. Le raffigurazioni dei bisonti sono forse semplici documentazioni visive della realtà dei primi artisti. Secondo altre ipotesi invece si tratta di pratiche a scopo magico e rituale.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La grotta di Altamira si trova nella Spagna del nord, nei pressi di Santillana del Mar in Cantabria.

La storia dell’opera Bisonte di Altamira

Le immagini dei bisonti risalgono al Solutreano superiore quindi a circa 21-20.000-18.000 anni fa.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Bisonte di Altamira

Le figure dei bisonti sono semplificate e realizzate di profilo. Questa scelta si può spiegare con l’intenzione di rendere facilmente riconoscibili i bisonti raffigurati nelle varie posizioni.

La tecnica

Le immagini furono tracciate con strumenti naturali. I primi artisti utilizzarono infatti probabilmente rametti carbonizzati. I pigmenti sono terre rosse diluite e distribuite con ciuffi di peli o erba.

Il colore e l’illuminazione

Nelle pareti prevalgono colori di terra d’ocra rossa e tracce nere. Inoltre alcune parti corrispondono al fondo naturale della roccia.

Lo spazio

Le figure dei bisonti sono accostate e dipinte direttamente contro lo sfondo della parete. Non sono infatti presenti elementi ambientali.

La composizione e l’inquadratura

Le immagini degli animali che si trovano sulla volta sono disegnate secondo una disposizione paratattica. Non è riscontrabile infatti un’organizzazione d’insieme e le figure sono state aggiunte progressivamente in modo spontaneo.

Articolo correlato

Scene di caccia nella tomba di Nakht

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Arte Paleolitica, Il Saggiatore, 1967, EAN: 2570060121949

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 22 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Arte Preistorica intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Bisonte di Altamira, sul sito delle grotte di Altamira e sul sito dell’UNESCO.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera