Veduta di Genova di Carlo Bossoli

La Veduta di Genova di Carlo Bossoli è una vista della città ligure osservata dalle alture sulle quali sono costruite le celebri fortezze che difendevano il centro abitato.

Carlo Bossoli, Veduta di Genova, 1872, olio su cartone, cm 39 x 70, 5. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione della Veduta di Genova di Carlo Bossoli

Genova si distende in basso ai piedi della montagna che la separa dall’entroterra. Infatti oltre la città il mare confina con il cielo ingombro di grandi nubi. Sulle alture che salgono al limite del centro abitato si notano poi alcuni palazzi e una costruzione religiosa a sinistra. Inoltre alcuni viandanti percorrono la strada sterrata che scende serpeggiando verso destra. Oltre i tetti dei palazzi nobiliari emergono i campanili delle chiese mentre a destra si alza il faro, simbolo della città ligure. L’insenatura del porto è ben visibile come i promontori che affondano nel mare verso ponente.

Interpretazioni e simbologia della Veduta di Genova di Carlo Bossoli

Carlo Bossoli, in gioventù, si formo presso un maestro scenografo presso il quale prese lezioni di pittura e scenografia. Questa formazione si riscontra nei paesaggi del pittore svizzero che ricordano nella concezione i fondali di scenografie teatrali.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

La committenza e la storia espositiva

Elbano Lungonelli di Roma donò opera per volere del cugino Raffaele Bruzzone il 29 febbraio 1974. Il dipinto di Carlo Bossoli si trova quindi presso la Galleria d’Arte moderna di Genova custodita nella raccolta “Vedute fantastiche e vedute di Genova“.

La storia della Veduta di Genova di Carlo Bossoli

Il dipinto risale al 1872 quando Carlo Bossoli aveva ormai quasi 60 anni. L’artista infatti nacque a Lugano nel 1815.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile della Veduta di Genova di Carlo Bossoli

La formazione del pittore in ambito scenografico determinò il taglio ampio dei suoi paesaggi. Ne La veduta di Genova, opera matura, infatti la città è integrata nel paesaggio circostante e le piccole figure umane partecipano alla scena in qualità di elementi di contorno. Nel dipinto i dettagli di architetture e gli elementi naturali sono sacrificati a favore di una visione d’insieme. Infine, il cielo ingombro di nubi aggiunge una dimensione emotiva alla veduta avvicinandola alle rappresentazioni romantiche di respiro europeo.

La tecnica

Carlo Bossoli dipinse la veduta della città ligure con colori ad olio su un cartone di 39 centimetri di altezza e 70,5 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

La veduta della città è caratterizzata da colori caldi e solari nel primo piano mentre in lontananza emerge il blu del mare e il grigio freddo del cielo. Inoltre la città presenta un uniforme colore bruno e scuro. Infine una luce temporalesca movimenta l’atmosfera della veduta.

Lo spazio

L’ampia veduta della città ligure si distende ai piedi della montagna e lascia il posto al mare che confina con il cielo. La profondità della scena è determinata dalla dimensione degli edifici che si alternano verso il mare su quinte architettoniche. Questa scansione è favorita poi dalle zone di luce che si alternano alle ombre proiettate dalle nubi. Infine le piccole figure umane dipinte sulle alture del primo piano contribuiscono a misurare le distanze della veduta.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto è di forma rettangolare e sviluppo orizzontale. L’inquadratura quindi valorizza l’estensione della veduta e abbraccia l’intero territorio urbano.

La struttura orizzontale del dipinto è movimentata elegantemente dalla forma serpeggiante della costa che avvolge il mare a destra.

Articolo correlato

Il porto di Genova di Ippolito Caffi

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • A. Scarpa, Ippolito Caffi. Tra Venezia e l’Oriente 1809-1866. Catalogo della mostra (Venezia, 28 maggio, 20 novembre 2016), Marsilio, Collana: Cataloghi, 2016, EAN: 9788831725682

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 8 ottobre 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Carlo Bossoli intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Carlo Bossoli

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Carlo Bossoli, Veduta di Genova, sul sito del Galleria d’Arte Moderna di Genova.

Chiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure la biografia dell’artista? Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it gli aggiornamenti saranno pubblicati esclusivamente sul sito. Non inviamo materiali tramite e-mail.

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.

Una risposta a “Veduta di Genova di Carlo Bossoli”

I commenti sono chiusi.