Uomo con violino di Georges Braque

Uomo con violino è un dipinto di George Braque realizzato con ottica cubista. Come in altri lavori dallo stesso soggetto le forme si intuiscono grazie al titolo e solo in seguito ad una attenta osservazione dei dettagli.

Georges Braque, Uomo con violino, 1912, olio su tela, 100×73 cm, Zurigo, Fondazione E.G. Bührle

Descrizione di Uomo con violino di Georges Braque

Come indicato dal titolo le forme scomposte e lo spazio dipinto rappresentano un uomo che tiene in mano un violino. La superficie è interamente occupata da schegge di colore scuro con chiaroscuro. In centro, nella parte alta si forma una zona circolare maggiormente illuminata e più libera dalla trama dipinta. In basso invece si individuano delle forme riconducibili a uno strumento musicale a corda. Si colgono a fatica, tra le schegge scure, alcune notazioni musicali dipinte di scuro.

Interpretazioni e simbologia di Uomo con violino di Georges Braque

A prima vista Uomo con violino sembra un’opera di estrema astrazione geometrica. In realtà il cubismo cercò di superare la tradizionale progettazione geometrica dell’immagine a favore di una descrizione delle forme che va oltre la semplice osservazione. L’intento era quello di stimolare l’osservatore ad immaginare aspetti della realtà non visibili a prima vista. Su questo intento ebbero molta influenza le scoperte scientifiche dell’epoca. Infatti gli artisti furono tra i primi a cogliere le implicazioni delle ultime teorie della fisica.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti e la storia espositiva

Uomo con violino di Georges Braque fu acquistato dal gallerista Kahnweiler prima del 1914. Non è però stato possibile rintracciarlo nei cataloghi delle vendite conseguenti la confisca delle associate alla Kahnweiler Gallery avvenute tra il 1921 e il 1923. Il 31 gennaio 1955 una fattura emessa dal Dipartimento delle finanze traccia la vendita di due dipinti. Uno dei due è Uomo con violino che diventa proprietà di Emil Bührle. Nel 1960 il dipinto viene destinato alla Fondazione Bührle da parte degli eredi.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Uomo con violino di Georges Braque

Lo stile utilizzato da Braque, in questo caso la scomposizione cubista dello spazio e delle forme, ha le origini nelle esperienze postimpressioniste di Cézanne. Nel dipinto Uomo con violino le forme vengono osservate, scomposte e rappresentate come tali sulla tela. Nell’operazione di Braque è quindi presente una componente di astrazione. Il violino e gli altri oggetti non sono riportati sulla tela con la loro apparenza fisica. Inoltre la scelta di rappresentarli non sembra essere sostenuta da una precisa motivazione. Infatti l’interesse principale del maestro fu quello di realizzare una scomposizione efficace e rappresentarla come dichiarazione di un ideale estetico. L’uomo e il violino che tiene in mano sono identificabili molto difficilmente. Inoltre pochi i particolari che guidano la decifrazione delle forme. Il dipinto di Braque rientra nel particolare periodo definito Cubismo analitico.

Il colore e l’illuminazione

Il colore utilizzato da George Braque per dipingere la sua tela cubista tende al grigio e al bruno. Si tratta di tinte terrose che favoriscono una lettura dei contrasti di luminosità. Questi rapidi passaggi tra luce ed ombra costruiscono l’immagine e permettono di individuare il lavoro di scomposizione creato dall’artista.

Lo spazio

Lo spazio non è più identificabile con le prospettive geometriche, visive o aeree. Nonostante in Uomo con violino venga descritta una situazione reale la scomposizione cubista annulla qualsiasi lettura illusoria dello spazio tridimensionale.

La composizione e l’inquadratura

Il formato dell’opera è ovale con un maggiore sviluppo in verticale. La composizione è poi centrata sulla verticale mediana. Infatti la struttura scomposta dell’uomo con violino si trova in centro nella metà inferiore dell’ovale verticale. In alto invece si trova la parte più chiara che crea un alone e rappresenta il viso scomposto dell’uomo.

Approfondimenti

George Braque è conosciuto come un artista che aderì alle sperimentazioni cubiste con Pablo Picasso. La sua formazione avvenne tra Ottocento e Novecento nel sud della Francia e a Parigi. Le prime esperienze artistiche di Braque furono Fauves ai quali si legò nella primavera del 1906.

Articolo correlato

Ma Jolie di Pablo Picasso

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Jolanda Nigro Covre, Braque, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 1998; 2006 EAN: 9788809761889

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 2 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Georges Braque intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Georges Braque, Uomo con violino, sul sito della Fondazione E.G. Bührle di Zurigo.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera