La Pentecoste di El Greco

La Vergine e gli apostoli riuniti a Gerusalemme ricevono la visita dello Spirito Santo durante il giorno della Pentecoste. El Greco dipinse per la prima volta un’opera destinata a questo tema.

El Greco, Pentecoste, 1600 ca., olio su tela, cm 275 X 127. Madrid, Museo del Prado

Descrizione. Un gruppo di apostoli in estasi ricevono la fiammella dallo Spirito Santo

La Vergine è seduta nella parte alta del dipinto. Maria è frontale al piano pittorico, ha le mani giunte e il viso rivolto in alto. Tre apostoli sono disposti alla sua destra e cinque a sinistra. La Madonna è seduta su di un trono posto sopra ad una scalinata. Lungo la scala poi vi sono altri apostoli. Due sono a sinistra e tre a destra. A sinistra della Vergine inoltre è dipinto il volto di una figura femminile. Gli uomini sono vestiti con tuniche e mantelli molto ampi. Tutti gli apostoli esibiscono una postura molto teatrale e alcuni mostrano un’espressione estatica. Infine sulla loro fronte aleggia la fiammella dello Spirito Santo che proviene dall’alto sotto forma di colomba.

Interpretazione

La Pentecoste è un episodio narrato negli Atti degli apostoli (2: 1-5). L’evento miracoloso si svolse a Gerusalemme.

La committenza

La Pentecoste fu parte di una pala d’altare destinata alla Chiesa del Collegio degli Agostiniani di Doña María de Córdoba y Aragón (1539-1593), la fondatrice.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Pentecoste di El Greco

Il dipinto intitolato Pentecoste fu realizzato nella piena maturità di El Greco. Gli storici individuano in questi anni uno stile caratterizzato dall’uso di pennellate grosse, rettilinee e parallele. Inoltre la trama creata sulla superficie del dipinto non viene sfumata per creare zone lisce e omogenee. Infine l’orientamento parallelo e allungato delle pennellate contribuisce a stirare ulteriormente le figure verso l’alto. Lo stile della Pentecoste si avvicina ad una interpretazione espressionista delle figure. La costruzione plastica dei corpi insieme alla particolare illuminazione saranno la cifra stilistica principale degli ultimi anni di El Greco. La sua interpretazione della spiritualità fu consapevolmente distante dagli artisti suoi contemporanei.

Il colore e l’illuminazione

Come in molti dipinti di El Greco i colori che emergono dal dipinto sono primari come nel Battesimo di Cristo. Fra tutti comunque si stacca l’abito rosso della Vergine coperto dal mantello blu. Accanto a lei un discepolo indossa una veste gialla come quello in primo piano di schiena. L’uomo a destra, in basso ha un mantello giallo oro con ombre arancio scuro e un abito azzurro. Solamente il discepolo a destra della Vergine indossa un abito verde. Il fondo del dipinto La Pentecoste è bruno e tende al grigio. L’illuminazione proviene dal centro in alto dove si trova lo Spirito Santo. Infatti la Vergine e gli apostoli ai suoi lati sono illuminati dall’alto e frontalmente. Invece gli apostoli in primo piano e di schiena sono in controluce.

Lo spazio. due registri sovrapposti

Lo spazio progettato nel dipinto La Pentecoste di El Greco è strutturato con due registri. Quello superiore, frontale, è occupato dalla Vergine e le figure che la affiancano. Quello inferiore è riservato ai due apostoli di schiena che con i loro corpi fanno da raccordo spaziale. I due apostoli infatti sono un tramite tra la scena miracolosa e l’osservatore.

La Composizione e l’inquadratura

I personaggi sono disposti intorno alla Vergine, dietro e ai lati. Le loro posture poi creano un clima compositivo agitato e sembrano ruotare avvolgendo la figura di Maria. Il gruppo di figure è compreso all’interno di un cono rovesciato. L’inquadratura, come in molte opere di El Greco è fortemente verticale e potenzia la spinta verso l’alto dei personaggi.

Approfondimenti

El Greco trattò il tema della Pentecoste un’unica volta. Con il maestro collaborò anche il figlio Jorge Manuel. L’apostolo con la testa rasata e il pizzetto bianco che osserva verso lo spettatore è considerato un autoritratto. Secondo altri storici potrebbe essere un amico di El Greco, Antonio de Covarrubias.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di El Greco, Pentecoste, sul sito del Museo del Prado di Madrid.