Season’s greetings di Banksy

Season’s greetings di Banksy è un’opera di street painting che ci invita a riflettere sulle conseguenze che l’inquinamento atmosferico ha sulla nostra salute.

Banksy, Season’s greetings, 2018, stencil su parete esterna, vernice spray. Galles, Port Talbot

Indice

Descrizione di Season’s greetings di Banksy

L’intervento di Banksy è realizzato all’esterno di una abitazione in corrispondenza di uno spigolo nel quale si incontrano due pareti di grossi mattoni a vista. A destra un bambino in abiti invernali tiene le braccia aperte e gioca con la neve. Infatti il suo viso è inclinato verso l’alto e il piccolo cerca di raccogliere qualche fiocco con la lingua. Invece a sinistra, dietro l’angolo un cassonetto della spazzatura è in fiamme. Si alza il fumo e con il fumo la cenere prodotta dalla spazzatura che brucia. Fumo e cenere si espandono verso destra proprio in direzione del bambino e cadono in basso simulando una caduta di fiocchi di neve. Intanto il nero avvolge il piccolo facendolo sembrare immerso nella nebbia. In basso alla destra del bambino è ferma una slitta che emerge tra le erbe alte del prato che circonda l’edificio.

Interpretazioni e simbologia di Season’s greetings di Banksy

Il titolo dell’intervento di Banksy, Season’s greetings è legato agli auguri delle feste natalizie inviati con una cartolina. Il messaggio riguarda il fenomeno dell’inquinamento ambientale. Il bambino è ingenuamente attratto dalla caduta delle particelle bianche e gioca con esse. Infatti la presenza della slitta indica proprio che il piccolo è in un suo momento di libertà e sta godendo del paesaggio innevato. Inoltre è in una situazione di attesa.

Probabilmente attende una nevicata per poter giocare con la sua slitta. La caduta della polvere bianca diventa così una speranza delusa perché in realtà si tratta della cenere. Il bambino non si è ancora accorto della vera natura delle particelle e le accoglie con felicità aprendo le braccia e cercando di raccoglierle con la lingua.

Dietro l’angolo però il pericolo è evidente ed è rappresentato dal fuoco colorato che emerge dal cassonetto e che sparge la sostanza inquinante. Lo spigolo che nasconde la vista del cassonetto al bambino è importante perché rivela quanto l’inquinamento sia nascosto e subdolo. Infatti a volte noi accogliamo prodotti di mercato e servizi considerandoli benefici ma invece nascondono gravi rischi.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera di Banksy si trova presso la cittadina di Port Talbot in Galles.

La storia dell’opera Season’s greetings di Banksy

Season’s greetings è comparsa improvvisamente poco prima delle festività di Natale del 2018. Ha cominciato infatti a circolare sui social il 19 dicembre 2018. Come tutte le opere di Banksy è spuntata improvvisamente un mattino.

L’artista ha deciso di realizzare questo suo intervento a Port Talbot perché la zona è molto inquinata. Nella città gallese è presente una grande acciaieria europea. Le stime ufficiali indicano infatti un’emissione di 9,68 microgrammi di polveri sottili per metro cubo che rendendo la cittadina la più inquinata del Regno Unito.

Garry Owen un residente di Port Talbot ed ex operaio dell’acciaieria inviò una richiesta di aiuto sul canale ufficiale di Banksy. Nel messaggio l’ex operaio si mostrava molto preoccupato per le conseguenze sui bambini derivate dall’inquinamento dell’aria.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Season’s greetings di Banksy

Banksy è considerato uno tra i maggiori protagonisti della Street art contemporanea. Il suo vero nome è sconosciuto come la sua data di nascita. Alcuni hanno avanzato delle ipotesi identificandolo con un membro del gruppo musicale Massive Attack forse nato nel 1974. Rimangono comunque altre ipotesi e alcuni pensano che Banksy sia il risultato di un lavoro di gruppo.

È certo che la sua formazione si sia svolta nell’ambiente underground di Bristol all’interno della DryBreadZ Crew. Le sue opere sono esclusivamente lavori di denuncia sociale rispetto a molti problemi che affliggono la società contemporanea. Banksy opera esclusivamente in incognito e nelle grandi città. Al mattino improvvisamente compaiono i suoi interventi. Sembra che Banksy si sia ispirato ad un graffitista di nome 3D e al lavoro del writer francese Blek le Rat.

L’artista si tiene lontano dalla commercializzazione delle sue opere ed è in contatto con la sua comunità attraverso la rete, il suo profilo Instagram e il suo sito. Utilizza codici di comunicazione di massa e i suoi lavori ricordano spesso manifesti pubblicitari per grandezza e impatto visivo. Questa caratteristica lo indica anche come un erede della Pop art. Il suo stile è semplice e immediato e colpisce direttamente la coscienza dell’osservatore di strada. Nell’intervento intitolato Season’s greetings sono evidenti le sue caratteristiche principali. L’immediatezza dell’immagine, l’ironia, il contrasto tra bianco e nero e la denuncia sociale.

La tecnica

Banksy utilizza esclusivamente la tecnica dello stencil. L’artista programma infatti attentamente il suo intervento ritagliando mascherine colorate su acetato o cartoncino. La realizzazione effettiva avviene in pochissimi minuti di notte al riparo dagli interventi delle forze dell’ordine e delle autorità. Applicate le mascherine sul muro Banksy interviene poi con vernice spray. I supporti per i suoi interventi di street art sono muri esterni urbani posti in luoghi di grande visibilità e legati al messaggio che l’artista vuole indicare con quell’opera.

Il colore e l’illuminazione

Season greetings è realizzato su di un fondo di colore ocra dei mattoni. Il bambino, il cassonetto e la slitta sono diipinti su di una base nera con lumeggiature bianche sulla destra. Gli unici elementi colorati sono quelli che danno significato all’opera il fuoco di colore giallo-arancio e la lingua del bambino di colore rosa. Il fuoco è l’elemento scatenante l’inquinamento mentre la lingua è l’elemento che rappresenta la vulnerabilità del bambino e la destinazione della sostanza tossica.

Lo spazio

Lo spazio dell’opera Season’s greetings come tutti gli interventi di Banksy corrisponde a quello fisico dell’osservatore di strada. In questo caso le due figure sono dipinte su pareti ortogonali in corrispondenza di uno spigolo vivo. Non vi è un’ambientazione dietro le figure in quanto diventano icone e si stagliano graficamente contro il muro. La parete grezza infatti è un elemento stilistico fondamentale per gli stencil di Banksy.

La composizione e l’inquadratura

In Season’s greetings la disposizione delle due figure è molto importante. Lo stencil è realizzato ad altezza uomo, e poggia direttamente al suolo. Infatti se il passante osserva per prima una parete non ha la visione totale dell’opera. Nel caso in cui veda per primo il bambino può interpretarlo come un messaggio rassicurante. Girando l’angolo invece si coglie il pericolo. Il bambino inoltre con la sua disposizione a croce potrebbe rappresentare una vittima messianica. Elemento di unione tra le due figure è il fumo che sale da sinistra e crea una parabola discendente verso destra avvolgendo interamente il bambino.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Karin Cruciata, L’arte di Banksy: una critica al “sistema” contemporaneo, 2014, ISBN 605-03-0544-7
  • Will Ellsworth-Jones, L’uomo oltre il muro, L’Ippocampo, 2014
  • Letizia Francesca Gilardino, Banksy: un comunicatore sociale, Università degli studi di Torino, 2010
  • Claudio Saracino, La semiotica nell’arte contemporanea. Banksy, Università per Stranieri di Siena
  • Marco Horak, Follie e paradossi del mercato dell’arte: i casi Banksy e Belamy, in “Panorama Musei”, anno XXIV, n.1, aprile 2019.

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 29 settembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Banksy intitolate:

  • Season’s greetings

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Banksy, Season’s greetings, sul profilo Instagram dell’artista e sul sito di Banksy.