Rocce di Carlo Fornara

Rocce di Carlo Fornara è un paesaggio simbolista dipinto dall’artista negli anni di massima ispirazione e di vicinanza al gruppo degli artisti divisionisti.

Carlo Fornara, Rocce, olio su tela. Domodossola, Collezione Poscio

Indice

Descrizione del dipinto Rocce di Carlo Fornara

In Rocce Carlo Fornara dipinge una stretta porzione di paesaggio intravisto da una cornice di spuntoni rocciosi. Infatti delle rocce nere appuntite occupano il dipinto in basso e in prossimità del bordo di sinistra.

Interpretazioni e simbologia di Rocce di Carlo Fornara

Carlo Fornara dipinse quasi esclusivamente paesaggi della sua zona, la Val Vigezzo.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Rocce di Carlo Fornara è custodito presso la collezione Poscio di Domodossola con altre opere dell’artista.

La storia dell’opera Rocce di Carlo Fornara

Il periodo più interessante e migliore dell’artista secondo i critici è quello che va dal 1890-1910 quando Fornara aveva dai 20 ai 40 anni. Fu assistente di Giovanni Segantini nel 1898, 11 mesi prima la drammatica morte dell’artista sullo Schafberg.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Rocce di Carlo Fornara

Carlo Fornara è considerato il caposcuola del gruppo di pittori della Val Vigezzo attivi tra fine ‘800 e inizio ‘900. Il suo maestro Enrico Cavalli lo avvicinò alla pittura francese contemporanea di stile Neoimpressionista. I dipinti di Fornara di questo periodo sono quindi caratterizzati da pennellate materiche e spatolate dai colori molto brillanti. In seguito si avvicinò poi alle esperienze del Romanticismo poetico di Fontanesi e del Divisionismo ideale di Previati. Nel 1898 fu accanto a Segantini e affrontò la sperimentazione divisionista. Non abbandonò mai la pennellata divisa anche se dagli anni Venti del Novecento iniziò un percorso pittorico isolato.

Nelle opere vicine all’estetica divisionista si nota inoltre una matrice simbolista e una nota decorativa legata all’ambiente della Secessione viennese. Infatti Fornara fu vicino a Giovanni Segantini e ne fu anche assistente. Dall’artista assorbì inoltre l’interpretazione spirituale della natura abitata dai contadini del posto.

La cornice di roccia a sinistra e il tronco elegantemente disegnato a destra creano un motivo decorativo spigoloso contrapposto. Infatti le rocce sono graficamente frastagliate mentre i tronchi segnano eleganti curve ad S che è proprio la cifra stilistica della grafica della Secessione.

La tecnica

Rocce di Carlo Fornara è un dipinto ad olio su tela realizzato con tecnica divisionista.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto presenta tonalità calde nel terreno mentre il cielo è di un blu intenso.

Lo spazio

L’opera è ambientata in un paesaggio aperto delimitato però in primo piano dalla roccia di colore scuro a sinistra e dagli esili tronchi di destra. Il dipinto si sviluppa attraverso la sovrapposizione dei piani in profondità. Il primo piano è rappresentato dalle rocce e dall’albero che sembrano creare una cornice intorno al paesaggio principale. Sul fondo l’immagine è chiusa da un’altura e da un gruppo di alberi dai tronchi esili. La profondità è descritta efficacemente dalla progressiva diminuzione della grandezza degli alberi.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di Fornara è rettangolare con uno sviluppo verticale che valorizza il primo piano con la cornice della roccia nera e dei tronchi. Il primo piano crea quindi una quinta scura che mette in evidenza il paesaggio centrale illuminato dal sole con la fascia orizzontale delle colline alberate. In alto poi la nuvola bianca riprende la forma delle fronde della conifera di destra.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Dario Gnemmi, Vigezzini di Francia. Pittura d’alpe e d’Oltralpe tra Otto e Novecento in Valle Vigezzo, ed. Skira, Milano, 2007
  • Carlo Fornara. Il colore della valle. Catalogo della Mostra (Acqui Terme, 30 giugno-2 settembre 2007), Mazzotta, 2007, EAN:9788820218454
  • Annie-Paule Quinsac, Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo (1890-1910). Catalogo della mostra (Domodossola, 24 maggio-20 ottobre 2019). Ediz. italiana e inglese, Silvana, Collana: Arte Anno edizione: 2019, EAN: 9788836643721

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 2 dicembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Carlo Fornara intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Carlo Fornara, Rocce, sul sito della Collezione Poscio di Domodossola.