Ritratto d’uomo del Pitocchetto (Giacomo Ceruti)

Ritratto d’uomo del Pitocchetto (Giacomo Ceruti) è un esempio delle abilità di ottimo ritrattista del maestro che non dipinse solo ritratti di aristocratici.

Pitocchetto (Giacomo Ceruti), Ritratto d’uomo, 1725 – 1730, olio su tela, cm. Milano, Pinacoteca di Brera

Descrizione

L’uomo rappresentato nel dipinto è evidentemente di estrazione modesta. Indossa un semplice gilet verde sotto il quale si intravede una camicia bianca dal tessuto lucido. Intorno al colletto si nota poi un nastrino verde scuro slacciato. Intorno al capo indossa una cuffia bianca molto stretta. L’abbigliamento è indossato in modo volutamente informale come si nota anche dal gilet sbottonato. I tratti somatici identificano un uomo sulla trentina con i capelli scuri e leggermente pingue. Il suo sguardo guarda oltre la tela con un’espressione mite e partecipe. Le labbra sono carnose e serrate e potrebbero indicare un carattere determinato. La cuffia, molto stretta intorno alla testa mette in evidenza l’orecchio sinistro.

Analisi sintetica del Ritratto d’uomo del Pitocchetto (Giacomo Ceruti)

Il Pitocchetto, Giacomo Ceruti, fu un apprezzato ritrattista. Il Ritratto d’uomo conservato presso la Pinacoteca di Brera è infatti un esempio della sua brillante carriera. Inoltre rappresenta una diversa scelta di soggetto rispetto agli ultimi anni di pratica pittorica del maestro. Si tratta di un tema diverso dai ricchi aristocratici che Giacomo Ceruti ritrasse negli ultimi anni.

L’impianto cromatico è articolato tra verde e bianco. Tale sobria ma elegante scelta cromatica sembra favorire la sensazione di vicinanza con il protagonista del ritratto. L’incarnato è rosato e diventa particolarmente evidente. Infatti il rosa è in contrasto di complementarietà con il verde di sfondo e abbigliamento. Il contrasto di luminosità è deciso tra figura chiara e sfondo scuro.

Nel Ritratto d’uomo il protagonista è rappresentato di tre quarti con il busto rivolto a sinistra. La rappresentazione dello spazio poi si limita alla figura dell’uomo. Lo sfondo infatti è monocromatico e privo di particolari.

Il formato dell’opera è ovale e riprende la forma del viso.

Approfondimenti

Consulta le opere del Settecento presso la Pinacoteca di Brera di Milano: Autoritratto di Giuseppe Maria Crespi, San Filippo Neri in preghiera di Giovanni Battista Piazzetta, Le tentazioni di Sant’Antonio Abate di Giovanni Battista Tiepolo, Annibale giura odio ai Romani di Giovan Battista Pittoni.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Pitocchetto (Giacomo Ceruti), Ritratto d’uomo, sul sito della Pinacoteca di Brera di Milano.