La Cortigiana di Palma il Vecchio

La Cortigiana di Palma il Vecchio è un dipinto che celebra la bellezza e la sensualità ed è stilisticamente vicino alle opere di Tiziano.

Palma Il Vecchio (Jacopo Negretti), Ritratto di donna o La Cortigiana, 1520, olio su tela, cm 87,4 X 73,5. Milano, Museo Poldi Pezzoli

Descrizione del Ritratto di donna o La Cortigiana di Palma il Vecchio

La donna ritratta è seduta con il volto reclinato leggermente a sinistra. Il suo sguardo, poi, è assorto e guarda un punto lontano oltre il bordo del quadro. Ha un’espressione ferma e pensierosa. Il volto della cortigiana è particolarmente regolare simmetrico. La fronte, infatti, continua con la superficie del naso, leggermente allungato verso la piccola bocca a formare una fisionomia quasi classica. I suoi capelli sono lunghi, rossi, crespi e trattati come una massa uniforme morbida.

La sua pelle è chiara e non presenta difetti. Indossa una camicetta plissettata abbassata fin sotto i capezzoli. I due seni si intravedono dalla scollatura slacciata della camicetta. Sembrano essere rappresentati con un intento velatamente erotico. La sua mano destra trattiene il tessuto da sotto il seno mentre la mano sinistra è libera e scende verso l’angolo di destra appoggiandosi al ginocchio destro. Una pesante sottoveste copre il corpo. Il fondo è uniforme e non presenta alcun oggetto dipinto.

Interpretazioni e simbologia di La Cortigiana di Palma il Vecchio

Spesso gli storici dell’arte e i critici del passato ebbero molte difficoltà a trovare indicazioni precise circa il titolo delle opere. Infatti la fonte principale dei titoli sono gli archivi redatti dai curatori delle grandi collezioni dei nobili e dei sovrani. Questo dipinto di Palma il Vecchio nel tempo è stato indicato come Donna discinta, Ritratto di donna o la Cortigiana.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Stile del Ritratto di donna o La Cortigiana di Palma il Vecchio

Di Palma il Vecchio non si conoscono opere datate. Stilisticamente fu vicino a Lorenzo Lotto. Alcune opere, infatti, furono attribuite nel corso del tempo sia l’uno sia l’altro. Anche gli inizi di carriera non sono certi. Forse, fu, prima, allievo di Carpaccio, poi, sicuramente di Lorenzo Lotto. Fu vicino anche alla pittura di Tiziano. In Ritratto di donna o La Cortigiana si può apprezzare la cifra stilistica di Palma il Vecchio.

Si tratta di una dilatazione delle forme che vengono riempite con ampie campiture di colore. Nel caso, inoltre, in cui vi sia un paesaggio queste campiture vengono utilizzate per rappresentare la successione degli spazi in profondità. In Ritratto di donna o La Cortigiana il rosso con il quale viene intonata tutta la composizione è, probabilmente, derivato dall’arte di Tiziano. Palma il Vecchio fu, inoltre, conosciuto per i suoi ritratti a mezzo busto e il taglio erotico delle figure femminili dalle abbondanti forme.

Il colore e l’illuminazione

La tonalità generale del dipinto è di colore rosso con varie intonazioni e luminosità. La massima saturazione è presente nella sottoveste decorata con disegni damascati di colore più chiaro tendente al giallo. Vi sono, poi, i capelli della donna, tendenti al rosso arancio, le gote e, infine, i capezzoli arrossati. L’incarnato della donna è di color rosa salmone molto vivo, mentre lo sfondo è bruno, tendente al porpora profondo.

Lo spazio

Non vi sono arredi per poter apprezzare una costruzione geometrica dello spazio. I volumi vengono definiti dalle masse di colore di varie gradazione di rosso. Contribuisce a creare la profondità la distribuzione dei chiaroscuri.

La composizione e l’inquadratura

La composizione centrale permette di apprezzare tutto il corpo della donna. La sottoveste è modellata con un gioco complesso di panneggi che creano un movimento circolare intorno al braccio della figura. Stessi movimenti circolari e complessi si creano nella camicia plissettata e quasi trasparente. Un movimento ad eliche circolari parte dal braccio sinistro lungo il ginocchio. In basso, poi, il movimento rotatorio prosegue nel braccio destro e sale lungo la spalla curva a destra del dipinto. L’ovale è, quasi, perfettamente regolare e sembra essere innestato su una figura piramidale con la parte superiore arrotondata.

Articolo correlato

La bella di Tiziano

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Mauro Zanchi, Palma il Vecchio, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2015 EAN: 9788809993600

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 5 dicembre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Palma Il Vecchio intitolate:

  • Ritratto di donna o La Cortigiana

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Palma Il VecchioRitratto di donna o La Cortigiana, sul sito del Museo Poldi Pezzoli di Milano.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.

Una risposta a “La Cortigiana di Palma il Vecchio”

I commenti sono chiusi.