Nevicata a Besozzo di Domenico De Bernardi

Nevicata a Besozzo di Domenico De Bernardi è un ricordo della città natale dell’artista che ha più volte raffigurato il suo paese.

Domenico De Bernardi, Nevicata a Besozzo, post 1943, olio su tavola, 35 x 45 cm. Varese, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea

Indice

Descrizione del dipinto Nevicata a Besozzo di Domenico De Bernardi

Una donna e un bambino percorrono il centro sgombro di una strada innevata. Infatti la neve è accumulata contro le pareti dei muretti di cinta dei campi. Sui prati coperti dalla nevicata spiccano invece esili alberi spogli mentre gli abeti si intervallano alle case del paese. Infine il cielo è grigio e coperto da nubi.

Interpretazioni e simbologia di Nevicata a Besozzo

Domenico De Bernardi nacque a Besozzo. Dopo aver studiato a Pavia nel 1911 abbandonò poi gli studi per dedicarsi da autodidatta alla pittura. Nel suo paese De Bernardi ebbe anche uno studio che raffigurò nel dipinto Il mio studio a Besozzo.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Nevicata a Besozzo è custodito presso il Museo di arte Moderna e Contemporanea di Varese.

La storia dell’opera Nevicata a Besozzo

De Bernardi dipinse Nevicata a Besozzo nel 1934 all’età di circa quarant’anni. L’artista era quindi nel pieno della sua maturità creativa.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile dell’opera Nevicata a Besozzo di Domenico De Bernardi

Il dipinto raffigura la scena con taglio realistico e pennellate evidenti. Le figure sono inoltre costruite in modo veloce e sintetico.

La tecnica

Nevicata a Besozzo è un dipinto ad impasto di colori ad olio su tavola di legno di 35 x 45 cm.

Il colore e l’illuminazione

I colori del dipinto di De Bernardi sono grigi e freddi. Solo il verde degli abeti rappresenta una nota di colore. Anche l’abito del bambino contribuisce a dare vita all’immagine.

Lo spazio

In primo piano la strada attraversa la larghezza del dipinto. Sul fondo poi le case e gli abeti sono distribuiti su un unico piano frontale. Inoltre i muretti della strada sono allineati in prospettiva. Strutturano così lo spazio e conducono lo sguardo in profondità verso le case.

La composizione e l’inquadratura

La tavola è di forma rettangolare con orientamento orizzontale. Una sottile fascia centrale è occupata dal centro abitato. Un’altra di maggiore dimensione invece è destinata ai prati innevati. Infine la metà superiore del dipinto è rappresentata dal cielo lattiginoso.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Simona Bartolena, Ottocento lombardo. Ediz. a colori, Skira, 8 novembre 2018, EAN: 9788857239798

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 30 agosto 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Domenico De Bernardi intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Nevicata a Besozzo, Domenico De Bernardi, sul sito del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Varese.