Natura morta con strumenti musicali di Evaristo Baschenis

Natura morta con strumenti musicali di Evaristo Baschenis è un dipinto che mostra la grande abilità del maestro inventore di tale genere pittorico.

Evaristo Baschenis, Natura morta con strumenti musicali, 1640 ca. – 1660 ca., olio su tela, cm 60 x 88. Milano, Pinacoteca di Brera

Descrizione

Nella Natura morta con strumenti musicali di Evaristo Baschenis compare, a sinistra, una bombarda. Quindi, una mandola con la cassa in alto. Poi, un violino ad arco anch’esso con la cassa rivolta in su. Sotto lo strumento, si intravede una intavolatura. Si tratta di un sistema di notazione musicale relativo agli strumenti a corda. Un flauto si trova poggiato sopra lo scrigno scuro. Inoltre, tra gli strumenti musicali sono disposti alcuni libri e alcuni frutti. Lo sfondo è chiuso, scenograficamente, da un pesante tendaggio. Infine, una corda scende a sinistra e termina con una nappa decorata in oro.

Interpretazioni e simbologia

Evaristo Baschenis era un musicista e per questo conosceva molto bene la forma e la struttura degli strumenti. Inoltre, nei suoi dipinti raffigura spartiti musicali segnati in modo corretto. Nel dipinto, vi sono elementi di forte realismo come la polvere depositata sulla mandola. Inoltre, si osservano anche delle impronte di dita. Questi particolari rimandano al trascorrere inesorabile del tempo.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Lo stile della Natura morta con strumenti musicali di Evaristo Baschenis

Baschenis inventò un nuovo genere di Natura morta con strumenti musicali. Si tratta di una variante della natura morta tradizionale che raffigura cacciagione, frutta e verdura. Inoltre, gli oggetti e gli ambienti sono riprodotti con grande realismo.

La tecnica

Evaristo Baschenis dipinse la Natura morta con strumenti musicali utilizzando la tecnica del colore ad olio su tela. Questo materiale aveva sostituito la tempera su tavola perché più utile nel ricreare sottili variazione di chiaroscuro.

Il colore e l’illuminazione

Su Natura morta con strumenti musicali, domina un tono bruno molto scuro. I colori più evidenti sono l’ocra arancio e un giallo ocra utilizzati per gli strumenti musicali e i libri.

Il contrasto di luminosità mette in evidenza gli strumenti, direttamente illuminati, contro lo sfondo e il tendaggio scuri e in ombra.

La luce proviene dall’alto e da sinistra. Gli oggetti musicali sono descritti grazie alle zone di luce e le ombre che si creano a destra.

Consulta anche l’articolo intitolato: Con scienza e religione la natura perde la sua innocenza.

Lo spazio

Nel dipinto Natura morta con strumenti musicali sono le sovrapposizioni degli oggetti ad articolare lo spazio. Inoltre, la disposizione scenografica e la tenda nello sfondo permettono di rendere comprensibile la profondità della scena.

La composizione e l’inquadratura

Evaristo Baschenis dipinse Natura morta con strumenti musicali su di una tela dal formato rettangolare. L’inquadratura orizzontale permette di rappresentare la natura morta e renderla evidente grazie all’ampio sfondo scuro. Il dipinto è organizzato in due metà separate dalla diagonale che sale da destra. Infatti, gli strumenti illuminati sono disposti a sinistra. Invece, lo sfondo e gran parte della tenda si trovano a destra.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Evaristo Baschenis, Natura morta con strumenti musicali, sul sito della Pinacoteca di Brera di Milano.