Maschera funeraria di Tuia

La Maschera funeraria di Tuia era destinata alla suocera del faraone Amenofi III e bisnonna del faraone Tutankhamon.

Maschera funeraria di Tuia, ca. 1388/1350 a.C. (regno di Amenofi III), cartonnage dorato, pietre semi-preziose, vetro, 40 x 28 cm. Il Cairo, Museo egizio

Indice

Descrizione della Maschera funeraria di Tuia

Il viso rappresentato nella Maschera funeraria di Tuia sembra sorridere. Infatti gli angoli della bocca sono leggermente rivolti in alto e le labbra presentano tracce di colore rosso. Inoltre gli occhi realizzati in quarzo e vetro blu sono grandi e sorridenti. La protagonista della maschera indossa una grande parrucca striata fissata dietro le orecchie. Sul davanti invece copre il collare ampio e decorato con colori blu gialli rossi e verdi. Il pettorale decorato copre interamente il seno ed è composto da sei giri di vetri policromi a forma di petalo incastonati. Tra i vetri sono presenti anche decorazioni in oro.

Interpretazioni e simbologia della Maschera funeraria di Tuia

La maschera funeraria di Tuia ritrae la madre della grande sposa reale Tiy, suocera del faraone Amenofi III che regnò circa dal 1388 al 1350 avanti Cristo. Fu la nonna materna di Akhenaton che regnò invece circa dal 1950 al 1334 avanti Cristo. Inoltre fu la bisnonna di Tutankhamon che regnò dal 1932 al 1323 avanti Cristo.

La nobildonna Tuia era anche detta cantatrice di Hathor e fu sovrintendente degli Harem di Min ad Akhmim e di Amon a Tebe. Tuia era sposata al marito Yuya.

Consulta la pagina con tutte le dinastie dei faraoni d’Egitto.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La scultura è conservata presso il museo Egizio del Cairo.

La Maschera funeraria di Tuia risale a circa il 1388-1350 avanti Cristo e fu realizzata durante il regno di Amenofi III. La sepoltura si trova nella valle dei re nella tomba KV46. James Edward Quibell la scoprì il 5 febbraio 1905 durante la campagna di scavi finanziata dal milionario Theodore Davis e dall’archeologo Arthur Weigall.

La sepoltura dei due coniugi era molto ben conservata. Alcuni sarcofagi lignei custodivano il corpo di Tuia. Gli archeologi però trovarono la maschera rotta in due parti. Il restauro avvenne poi nel 1982. Le cronache raccontano che gli archeologi fecero molta fatica per rimuovere le bende di lino che ricoprivano la maschera ed erano intrisi di unguenti sparsi dagli imbalsamatori egizi. Infatti tra questi vi erano alcune resine che si erano annerite e sono presenti ancora oggi sulla maschera.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile della Maschera funeraria di Tuia

La maschera è costituita da cartone dorato, pietre semipreziose e vetro e misura 40 x 28 cm.

Articolo correlato

Il Busto di Nefertiti

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • La statua di Ramesse II, Museo Egizio di Torino
  • Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, Ananke, Collana: Seshat, 2005, 9788873251330
  • Edda Bresciani, Grande enciclopedia illustrata dell’antico Egitto, Novara, De Agostini, 2005, ISBN 8841820055
  • Alice Cartocci, Gloria Rosati, L’arte egizia, Firenze, Giunti Editrice S.p.A., 2008, ISBN 9788809061804
  • Giovanna Magi, Luxor, Karnak, la valle dei Re, Bonechi Collana: Arte e storia, 2014, EAN: 9788847605015

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 21 gennaio 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di scultura e pittura egizia intitolate:

Consulta altre opere di scultura e pittura egizia

Consulta la pagina dedicata alla Maschera funeraria di Tuia, sul sito del Museo egizio del Cairo.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.