Le golfe de Marseille vu de L’Estaque (Paesaggio a l’Estaque) di Paul Cézanne di Paul Cézanne

Le golfe de Marseille vu de L’Estaque (Paesaggio a l’Estaque) di Paul Cézanne è un dipinto realizzato durante il soggiorno dell’artista nel sud della Francia.

Paul Cézanne, Paesaggio a l’Estaque (Le golfe de Marseille vu de L’Estaque), 1878 – 1879, olio su tela, 59,5 x 73 cm. Parigi, musée d’Orsay

Descrizione

Al centro del dipinto un triangolo di mare si apre verso destra. In primo piano, invece, la campagna si estende fino alle rive. I campi verdi sono delimitati da bassi muretti e stradine. Verso il mare poi una serie di alberi segna il profilo della collina in basso. Una casa colonica dal tetto rosso si intravede tra le chiome degli alberi. Oltre il mare corre una linea di montagne. Inoltre, sulla riva opposta è visibile il molo di un piccolo porto. Infine, il cielo è quasi bianco e coperto da nubi.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Approfondisci con le altre opere di Paul Cézanne intitolate: La casa dell’impiccato, Mele e arance, La signora Cézanne nella serra, La montagna Sainte-Victoire, Giocatori di carte, Autoritratto con berretto, Natura morta con tenda e brocca a fiori, Donna con la caffettiera, Ritratto di Ambroise Vollard, Amour en plâtre, Case à L’Estaque.

Lo stile del dipinto Le golfe de Marseille vu de L’Estaque (Paesaggio a l’Estaque) di Paul Cézanne

Cézanne fu un artista post impressionista. Nei suoi dipinti recuperò la forma attraverso il contorno e l’uso di campiture prive di chiaroscuro. Inoltre, le sue opere rappresentano una realtà ricostruita nella mente dell’artista. Nei dipinti di Cézanne si osserva ciò che la mente trattiene della struttura delle forme. Le sue figure sono semplificate e riportate a forme geometriche semplici.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto di Paul Cézanne intitolato (Le golfe de Marseille vu de L’Estaque) Paesaggio a l’Estaque  presenta una tonalità prevalentemente fredda. Infatti, il mare blu occupa una gran parte della fascia centrale. In primo piano, invece, la campagna è risolta con verdi di diversa tonalità. In alcune zone, inoltre, emerge l’ocra bruno del terreno. All’orizzonte, infine, la fila di montagne è dipinta con grigio blu mentre il cielo bianco presenta leggere sfumature azzurre. Il dipinto è privo di Chiaroscuro.

Lo spazio

Paul Cézanne risolse lo spazio del dipinto sulla superficie della tela. In tal modo, le sue opere aprirono la strada ad esperienze successive quali il cubismo di Picasso e Braque. I contrasti di temperatura cromatica e di luminosità contribuiscono a rendere lo spazio del paesaggio. Cézanne suggerisce la lontananza senza ricorrere alla prospettiva. Utilizza, invece, la progressiva diminuzione della grandezza delle figure.

La composizione e l’inquadratura

Paesaggio a l’Estaque (Le golfe de Marseille vu de L’Estaque) è un dipinto rettangolare e orizzontale. L’inquadratura permette di ammirare il paesaggio dall’alto della collina. Inoltre, il mare si distende fino all’orizzonte. La composizione è fortemente condizionata dalla linea obliqua della collina. Invece, verso il bordo superiore corre la linea dell’orizzonte. Sulla collina prevalgono le oblique dei campi, dei muretti e delle stradine. Il dipinto è suddiviso in tre fasce principali. In basso, la collina che scende verso il mare. Al centro il triangolo del golfo. In alto, invece, una sottile fascia occupata dalla montagna e dal cielo.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Paul Cézanne, Paesaggio a l’Estaque (Le golfe de Marseille vu de L’Estaque), sul sito del musée d’Orsay di Parigi.