Lavandaie di Eugène Boudin

Lavandaie di Eugène Boudin è un dipinto di piccole dimensioni della Collezione Grassi esposto presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Eugène Boudin, Lavandaie, 1895, olio su tela, 36.5 x 58 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione di Lavandaie di Eugène Boudin

Un gruppo di lavandaie è allineato sulla sponda di un fiume. Intorno alle donne sono posati i panni insaponati. Sulla riva si nota anche una piccola imbarcazione sulla destra mentre ai bordi sorgono piccole case.

Interpretazioni e simbologia Lavandaie di Eugène Boudin

Il dipinto presenta uno spaccato di vita di fine Ottocento. Nella pittura di questo periodo il tema della lavandaie fu spesso rappresentato come nelle opere di Honoré Daumier e Baccio Bacci.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Eugène Boudin si trova a Milano esposto alla Galleria d’Arte Moderna presso la collezione Grassi. La collezionista Nedda Grassi Mieli lo donò insieme alla collezione nel 1960.

La storia dell’opera Lavandaie di Eugène Boudin

Eugène Boudin nacque nel 1824 e dipinse Lavandaie nel 1895. L’artista era ormai in età avanzata e morirà tre anni dopo nel 1898.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Lavandaie di Eugène Boudin

Nel dipinto è favorita una visione di insieme. Infatti non sono rappresentati dettagli di figura e del paesaggio. Le pennellate costruiscono campiture uniformi che definiscono i panni e le figure delle lavandaie. Inoltre il terreno, l’acqua e il cielo sono resi con una sottile trama di colore.

La tecnica

L’opera è una piccola tela di 36,5 centimetri di altezza e 58 cm di larghezza, realizzata con impasto di colori ad olio.

Il colore e l’illuminazione

Il colore di Lavandaie di Boudin è molto chiaro. Predomina un grigio azzurro che dal cielo si riflette sull’acqua del fiume. La riva inoltre è colorata con ocra, grigio e alcuni interventi di verde. Emergono tra i panni e nel paesaggio accenni di ocra e di rosso.

Lo spazio

In primo piano la riva è rappresentata nella sua dimensione dalla fuga obliqua che traversa in basso il dipinto. Anche la dimensione delle figure femminili contribuisce a portare in profondità lo sguardo.

La composizione e l’inquadratura

L’immagine è di forma rettangolare e sviluppata in orizzontale. La costruzione compositiva è obliqua e segue la sponda inclinata del fiume in primo piano e la direzione dell’acqua. Al centro del dipinto inoltre corre la linea d’orizzonte che separa la metà superiore del cielo con quella del paesaggio inferiormente.

Articolo correlato

La Lavandaia di Honoré Daumier

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Eugène Boudin. A l’aube de l’impressionisme, R. Koella (a cura di), Editore: Skira, Collana: Arte moderna. Cataloghi, 2000, EAN: 9788881187331

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 15 marzo 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Eugène Boudin intitolate:

  • Lavandaie

Leggi La vita e tutte le opere di Eugène Boudin

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Eugène Boudin, Lavandaie, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content

2 risposte a “Lavandaie di Eugène Boudin”

I commenti sono chiusi.