La pellegrina di Gianni Vagnetti

La pellegrina di Gianni Vagnetti è un’opera del pittore di Firenze del 1938 esposta presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Gianni Vagnetti, La pellegrina, 1938, olio su tela, 145.5 x 88.5 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione de La pellegrina di Gianni Vagnetti

Una figura femminile è in piedi al centro di un ambiente chiuso vestita con un ampio e pesante abito. Sul capo porta un grande cappello a larghe tese. Sul fondo si individua poi un piano con alcuni oggetti posati sopra e un quadro appeso alla parete.

Interpretazioni e simbologia de La pellegrina di Gianni Vagnetti

La donna è vestita pesantemente e come precisa il titolo è una pellegrina in viaggio. Il termine indica coloro che affrontano lunghi viaggi a piedi o su mezzi di trasporto per recarsi a visitare una località religiosa.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto è inserito presso la collezione Grassi donata nel 1960 alla Galleria d’Arte Moderna di Milano dalla proprietaria Nedda Grassi Mieli.

La storia dell’opera La pellegrina di Gianni Vagnetti

Gianni Vagnetti nacque nel 1898 e dipinse quest’opera all’età di 40 anni, nel 1938.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile de La pellegrina di Gianni Vagnetti

Il dipinto è realizzato con ampie campiture che descrivono il personaggio e gli elementi dello sfondo.

La tecnica

La Pellegrina di Vagnetti è una tela dipinta con impasto di colori ad olio di 245,5 centimetri di altezza e 88,5 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

Il colore dell’opera è essenzialmente caldo e quasi monocromatico, reso con varie sfumature di bruno.

Lo spazio

L’ambiente descritto nel dipinto non è facilmente riconoscibile ma si coglie la parete di fondo con il quadro appeso e un mobile sul quale sono appoggiati alcuni oggetti. La donna è al centro dell’ambiente e attraverso la sua dimensione è possibile valutare la profondità dello spazio raffigurato.

La composizione e l’inquadratura

La Pellegrina è una tela di forma rettangolare sviluppata in altezza al fine di ottenere una inquadratura che incornicia l’intera figura della donna.

Articolo correlato

Sacromonte di Varese di Domenico De Bernardi

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gianni Vagnetti, Catalogo della mostra 15 gennaio – 9 febbraio 1975, Galleria Narciso, Torino, 1975, EAN: 2560025159834

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 14 marzo 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Gianni Vagnetti intitolate:

  • La pellegrina

Leggi La vita e tutte le opere di Gianni Vagnetti

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Gianni Vagnetti, La pellegrina, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content

Una risposta a “La pellegrina di Gianni Vagnetti”

I commenti sono chiusi.