Landscape with a Girl Skipping Rope di Salvador Dalí

Landscape with a Girl Skipping Rope (paesaggio con fanciulla che salta la corda) è un dipinto di Salvador Dalí commissionato dal suo mecenate Edward James.

Salvador Dalí, Landscape with a Girl Skipping Rope (paesaggio con fanciulla che salta la corda), 1936, olio su tela, 293 x 280 cm. Rotterdam, Museum Boijmans Van Beuningen

Descrizione

Il titolo dell’opera allude alla bambina raffigurata al centro del dipinto che salta la corda. A sinistra, una lunga ombra proietta la sua sagoma sul suolo desertico. La sua figura viene ripresa dalla sagoma della campana della torre dipinta sul fondo. A destra, una costruzione rocciosa sembra assumere la forma di un gatto. Un’altra figura femminile si dirige verso la costruzione. A sinistra, nel pannello centrale, due minareti si alzano paralleli tra le montagne.

In primo piano alcune ossa di natura indecifrabile emergono dal suolo. Nel pannello di sinistra, inoltre, tra le dune si notano i resti di un centro abitato abbandonato. L’orizzonte, infine, termina con una fila di montagne lontane. Nel pannello di destra, invece, due uomini scheletrici avanzano abbracciati. Un di loro, con il braccio destro teso, indica la torre. Sul fondo vi sono rocce e montagne. Il suolo è segnato da linee di fuga sottili e regolari che convergono verso l’apertura frontale della torre. Nel cielo, a sinistra, compaiono nubi bianche con forme antropomorfe e minacciose.

Interpretazioni e simbologia

Una ragazza gioca saltando la corda. La sua figura simboleggia il felice mondo dell’infanzia. Nel pannello di destra, le due figure abbracciate rappresentano, forse, Dalí e suo fratello maggiore deceduto. Dalí rappresentò un universo onirico. Nei suoi dipinti, le scene e i personaggi derivano dall’inconscio. Sono decifrabili solo grazie alla conoscenza della complessa simbologia elaborata dall’artista.

Le linee di fuga al suolo che convergono verso la torre sembrano ispirarsi ai dipinti della Metafisica. Inoltre, la torre aperta centralmente ricorda lo Sposalizio della Vergine di Raffaello.

I Committenti, le collezioni e la storia espositiva

Salvador Dalí realizzò il trittico su commissione di Edward James, un eccentrico collezionista inglese. Infatti, James fu mecenate di Dalí e di René Magritte. Gli amministratori del Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam acquistarono l’opera nel 1977.

La storia dell’opera

Il dipinto di Salvador Dalí intitolato Landscape with a Girl Skipping Rope fu restaurato nel 2010 per uniformare le superfici dei tre pannelli.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Landscape with a Girl Skipping Rope di Salvador
Dalí

Salvador Dalí negli anni della sua formazione ammirò l’opera di Picasso e Mirò. Agli inizi degli anni Venti del Novecento aderì al Dadaismo. Fece poi parte del gruppo di artisti Surrealisti a partire dal 1929. Il suo surrealismo deriva dalle profondità dell’inconscio che emerge tramite le immagini del sogno. Inoltre, i suoi dipinti sono decifrabili solo attraverso un simbolismo elaborato dall’artista. Nel dipinto, alcuni elementi del paesaggio assumono l’aspetto di figure di altri contesti. Infatti, le nuvole paiono volti umani mentre la roccia a destra della torre assume l’aspetto di un gatto. Anche la campana della torre ha la forma di una fanciulla.

Il colore e l’illuminazione

Landscape with a Girl Skipping Rope (paesaggio con fanciulla che salta la corda) è un dipinto dalla prevalente tonalità calda. Infatti il paesaggio che occupa gran parte della superficie pittorica è di colore arancione come la torre e le costruzioni sullo sfondo. Il cielo e le montagne lontane, invece, sono di un intenso blu. Nel dipinto le montagne azzurre rimandano alla prospettiva aerea rinascimentale.

I principali contrasti di temperatura cromatica si creano tra cielo, freddo e paesaggio, caldo. Le sagome delle montagne lontane e la torre, si rendono ben evidenti contro il cielo perché sono più scure.

L’illuminazione è solare ma non proviene da un’unica fonte. Infatti le ombre del pannello centrale sono rivolte a sinistra. Quelle del pannello laterale destro, invece, sono rivolte a destra. Il chiaroscuro è molto deciso e crea un solido effetto volumetrico di personaggi e architetture.

Approfondisci con le altre opere di Salvador Dalì intitolate: Sogno causato dal volo di un’ape, Piaceri illuminati, La persistenza della memoria, Le visage de la guerre.

Lo spazio

Le linee di fuga tracciate al suolo convergono verso l’ingresso della torre. In questo modo la profondità della scena è chiaramente leggibile. Inoltre la grandezza delle diverse figure di personaggi e architetture permette di cogliere la distanza tra di esse. Nel primo piano, sono dipinte le ossa e la fanciulla che salta la corda. In secondo piano, i due uomini che procedono sostenendosi a vicenda. Sul fondo, si notano la torre centrale, il masso a destra e le costruzioni a sinistra. Le montagne lontane sono dipinte sull’orizzonte.

La composizione e l’inquadratura

Il trittico di Salvador Dalí intitolato Landscape with a Girl Skipping Rope (paesaggio con fanciulla che salta la corda) è composto da tre pannelli. Quello centrale ha forma quadrata mentre i due laterali sono rettangolari con sviluppo verticale. Un terzo del dipinto, in alto, è rappresentato dal cielo. Due terzi, invece, dal suolo in basso.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Salvador Dalí, Landscape with a Girl Skipping Rope, sul sito del Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam

Guarda il video dedicato al restauro del dipinto di Salvador Dalí su  Youtube.