La madre di Umberto Boccioni

La madre di Umberto Boccioni è un ritratto intimo e realista realizzato dall’artista all’età di 25 anni ed esposto alla Gam di Milano.

Umberto Boccioni, La madre, 1907, pastello su carta applicata su tela, 78.2 x 71 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione de La madre di Umberto Boccioni

All’interno di una stanza una donna anziana è seduta verso una finestra che si trova a destra dell’immagine. La protagonista è vestita con abiti pesanti e una mantellina di lana bianca. La fisionomia del volto e i capelli grigi che porta annodati sulla testa rivelano inoltre la sua età avanzata. La donna sembra impegnata in attività di cucito. L’ambiente è scarno e si nota sulla parete di fondo una porta a due battenti. Dall’esterno a destra infine filtra la luce solare che crea ombre e chiaroscuri netti sul pavimento.

Interpretazioni e simbologia de La madre di Umberto Boccioni

Umberto Boccioni realizzò molti ritratti della madre con diverse tecniche e con grande partecipazione emotiva.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera si trova a Milano nel percorso della collezione Grassi presso la Galleria d’Arte Moderna della città. Nedda Grassi Mieli nel 1960 la destinò al museo con tutte le opere della collezione.

La storia dell’opera La madre di Umberto Boccioni

Umberto Boccioni realizzò questo dipinto nel 1907 all’età di 25 anni. L’artista era nato a Reggio Calabria il 19 ottobre 1882.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile de La madre di Umberto Boccioni

Lo stile utilizzato da Boccioni è ancora distante dalle sperimentazioni futuriste. Infatti le forme e il taglio della figura sono realisti e l’artista descrive minuziosamente l’ambiente.

La tecnica

L’opera di Boccioni è un pastello su carta applicata su una tela di 78,2 x 71 cm.

Il colore e l’illuminazione

Nell’opera prevalgono colori terrosi caldi, bruni e ocra. La figura della donna è più illuminata e la mantellina chiara con sfumature di giallo la mette in evidenza rispetto all’ambiente scuro.

Lo spazio

L’interno è descritto dalle fughe prospettiche che si colgono a destra sul davanzale della finestra.

La composizione e l’inquadratura

La profondità della stanza inoltre è indicata dalla posizione della donna seduta su una sedia in legno e dalla soglia della porta che si apre sulla parete di fondo. L’opera è di forma rettangolare ed è sviluppata in verticale.

La composizione inoltre pone al centro la massa della figura femminile seduta e avvolta negli ingombranti abiti. Nella parte di fondo prevalgono linee ortogonali della porta mentre a destra prevalgono invece le linee oblique della fuga architettonica.

Articolo correlato

Madre e figlio di Pablo Picasso

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gabriella Di Milia, Boccioni, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2017 EAN: 9788809992078

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 ottobre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Umberto Boccioni intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Umberto Boccioni

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Umberto Boccioni, La madre, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera