Ka di Hor I

Ka di Hor I è una raffigurazione scolpita in legno del faraone appartenente alla XIII dinastia egizia conservata presso il Museo egizio del Cairo.

Ka di Hor I, ca. 1775 a.C., legno originariamente dorato, cristallo di rocca e quarzo (per gli occhi), 170×27 cm. Il Cairo, museo

Indice

Descrizione del Ka di Hor I

La figura stante del faraone Hor I è sormontata da due braccia unite sul suo capo e piegate a formare un angolo di 90 gradi. Inoltre i palmi delle mani dalle dita unite sono rivolti verso l’osservatore. Il viso è rivolto in avanti e l’espressione è fissa. Le orecchie poi sono poggiate contro i lembi del fazzoletto detto nemes. Sul mento il faraone porta la barba posticcia indossata anche da molte divinità.

Interpretazioni e simbologia del Ka di Hor I

La scultura in legno custodita al museo archeologico del Cairo raffigura probabilmente il faraone Autibra della XIII dinastia come si legge nel Canone Reale conservato al Museo Egizio di Torino. In altri testi compare come Auibra Hor per distinguerlo da altri sovrani indicati con lo stesso nome.

Secondo la cultura dell’Antico Egitto l’anima era composta in più parti. Il Ka era una componente di grande importanza e rappresentava l’identità del faraone. Racchiudeva il carattere e le qualità dell’individuo e cresceva con lui. Inoltre si trasmetteva di padre in figlio. Dopo la morte del faraone occorreva compiere delle offerte al suo Ka per consentirne la sopravvivenza.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La scultura che rappresenta il faraone Auibra Hor si trova al Cairo esposta al museo archeologico. In origine, secondo il disegno di de Morgan, la statua del Ka di Hor si trovava nel naos, preceduta dalla cassa canopica, contenente le viscere del faraone, e dal sarcofago.

La storia del Ka di Hor I

La statua fu rinvenuta nella tomba a pozzo del faraone nei pressi di Dahshur. L’archeologo Jacques de Morgan sul finire dell’Ottocento compì degli scavi sul lato nord del recinto della piramide di Amenemhat III. L’egittologo trovò alcune tombe a pozzo che appartenevano a familiari del faraone. Tra queste fu trovata la sepoltura di un faraone poco conosciuto dal nome Hor. Negli stessi anni fu pubblicato il Canone Reale di Torino e fu possibile identificare il faraone con precisione. Secondo ulteriori scoperte Hor I si impossessò della tomba di un familiare Amenemhat III destinandola così alla propria sepoltura.

La tomba era stata violata prima della scoperta di de Morgan ma al suo interno vi era ancora il corredo funebre e la statua del Ka di Hor. Questa statua in legno è tra le più integre a causa della fragilità del materiale. Infatti in antichità erano presenti molte statue simili al Ka di Hor che però sono andate distrutte.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ka di Hor I

Testo in preparazione

La tecnica

Testo in preparazione

La luce sulla scultura

Testo in preparazione

Rapporto con lo spazio

Testo in preparazione

La struttura

Testo in preparazione

Articolo correlato

Testa di Sargon I di Akkad

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • La statua di Ramesse II, Museo Egizio di Torino
  • Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, Ananke, Collana: Seshat, 2005, 9788873251330
  • Giovanna Magi, Luxor, Karnak, la valle dei Re, Bonechi Collana: Arte e storia, 2014, EAN: 9788847605015

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 26 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Arte Egizia intitolate:

Consulta la pagina dedicata al Museo del Cairo su Wikipedia.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera