Il Gombo di Ernesto Rayper

Il Gombo di Ernesto Rayper raffigura una zona marina situata nei pressi di Pisa che divenne luogo di villeggiatura della famiglia reale dei Savoia.

Ernesto Rayper, Il Gombo, 1864, olio su tela, cm 58,5 x 140. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del dipinto Il Gombo di Ernesto Raype

Il Gombo era una zona di mare nei pressi di Pisa che in seguito all’Unità d’Italia divenne proprietà del Regno dei Savoia. Questa località fu scelta da Vittorio Emanuele III insieme alla Tenuta di San Rossore come località di soggiorno per la tarda estate all’inizio del Novecento.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il principe Odone di Savoia acquistò l’opera per lire 300 alla Mostra della Società Promotrice di Belle Arti del 1865. Il Gombo di Ernesto Rayper era inserito nella collezione del principe che fu donata da Vittorio Emanuele II al comune di Genova nel 1866. È parte della raccolta intitolata “La seconda metà dell’800 in Liguria: la ricerca del vero in pittura e in scultura”.

Ernesto Rayper nacque a Genova nel 1840 e realizzò Il Gombo durante i suoi primi anni di attività intorno all’età di 24 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Il Gombo di Ernesto Rayper

Ernesto Rayper fu un artista genovese fondatore della Scuola ligure dei Grigi. Il gruppo di artisti che operarono con questo nome sperimentarono la pittura dal vero e quindi un maggiore realismo nelle opere. Inoltre rifiutarono l’uso del nero. Per questo i loro dipinti risultano più leggeri e luminosi.

Ernesto Rayper dipinse Il Gombo su una tela di 58,5 X 140 cm con colori d’olio ad impasto.

Sono evidenti le tinte ocra e verdi del paesaggio mentre il cielo è chiaro e tendente al grigio perché ingombro da nuvole.

Il dipinto è di formato rettangolare con sviluppo orizzontale. L’inquadratura racchiude quindi un ampio e disteso paesaggio marino.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Vitaliano Rocchiero, Carnet segreto di Ernesto Rayper, Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, 1974, EAN: 2560557121743
  • Vitaliano Rocchiero, Scuole, gruppi, pittori dell’ottocento ligure, Sabatelli, 1981, EAN: 2560020155886

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 7 gennaio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Ernesto Rayper intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Ernesto Rayper, Il Gombo, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.