Nudo di Felice Casorati

Il Nudo dipinto da Felice Casorati presenta una sintesi e una leggerezza cromatica che segnano un momento di evoluzione nella sua ricerca estetica.

Felice Casorati, Nudo, 1930, olio su tela applicata su compensato, cm 89 X 101. Torino, Galleria d’Arte Moderna

Descrizione del Nudo di Felice Casorati

Il corpo esile e nudo della giovane distesa si staglia nettamente contro il panno grigio sul quale è poggiata. Sotto di questo si intravede inoltre un altro panno bianco posto in prossimità del capo. Al di sotto vi è ancora un panno rosso poggiato direttamente sul pavimento piastrellato. La giovane è così distesa sul pavimento in posizione fetale. Le braccia sono flesse e le mani raccolte verso il viso. Gli occhi infine sono chiusi e pare dormire.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I Committenti e la storia espositiva

Il Nudo di Felice Casorati fu acquistato in occasione della XVII Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia del 1930.

La storia dell’opera Nudo di Felice Casorati

Gli storici definiscono Nudo di Felice Casorati come un’opera di trasformazione. Infatti dagli anni 1927-1930, Casorati si confrontò con il gruppo di artisti chiamato I sei di Torino. Sul retro del dipinto compare un altro nudo femminile con tavolozza dipinto ad olio.

Casorati realizzò questo dipinto alcuni anni dopo la sua adesione alle mostre di “Novecento Italiano“. L’artista infatti fu invitato dalla curatrice e giornalista Margherita Sarfatti alle due mostre del 1926 e del 1929. La prima esposizione presso la Triennale di Milano inoltre raccolse le esperienze di 110 artisti. Parteciparono i nomi più importanti del panorama italiano. L’artista però si dichiarò autonomo rispetto alle ideologie del movimento milanese. Fu l’artista Anselmo Bucci che lo fondò a Milano “Novecento” sul finire del 1922 con un gruppo di artisti legati alla Galleria Pesaro.

Con questo gesto gli artisti intesero allinearsi al “Ritorno all’ordine” che si respirava nel clima culturale europeo del primo dopo guerra. Infatti dopo il 1918 vennero deprecate le esperienze delle Avanguardie artistiche di primo Novecento. Si criticarono infatti soprattutto le posizioni di cubismo e futurismo. Anche Picasso abbandonò tali posizioni per abbracciare una nuova figurazione.

Casorati come gli altri artisti dipinse opere dalle forme neoclassiche e creò atmosfere definite “Realismo magico”.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Nudo di Felice Casorati

La giovane figura femminile è modellata in modo estremamente raffinato e irreale. L’immagine infatti è priva di contorni netti ed è posta sopra a diversi strati di tessuto che poggiano sul pavimento. La donna sembra emanare luce ed essere formata da una sostanza leggera e priva di materia.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto intitolato Nudo di Felice Casorati è caratterizzato da tenui contrasti di colore. Infatti il rosa degli incarnati si incontra con il grigio del drappo e del pavimento dello sfondo. I colori sono molto chiari, sfumati e rarefatti come nel suo dipinto intitolato Aprile o Toeletta del 1930 che si trova nelle civiche raccolte d’arte di Milano.

Lo spazio

Lo spazio tridimensionale è descritto dalla fuga delle piastrelle che crea una griglia prospettica. Il pavimento così realizzato riempie tutta la superficie del dipinto.

La composizione e l’inquadratura

La figura è disposta in obliquo quasi coincidente con la diagonale che sale dal basso a destra verso l’alto a sinistra. Il punto di vista è alto e comune a molte altre opere di Casorati come Ragazza con scodella e Uomo delle botti.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Felice Casorati, Nudo, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Torino.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera