Donna che riposa distesa sul prato di Giovanni Segantini

Donna che riposa distesa sul prato di Giovanni Segantini è una delle tante opere dell’artista che hanno come soggetto le contadine del luogo.

Giovanni Segantini, Donna che riposa distesa sul prato, 1892, olio su tela, 44×68 cm. Saint-Moritz, Collezione privata

Descrizione del dipinto Donna che riposa distesa sul prato di Giovanni Segantini

Una giovane contadina riposa distesa su un prato all’ombra, tra erbe e piante verdissime. Indossa abiti semplici, tipici del luogo. Accanto a lei poi è posata una zappa, lo strumento del suo lavoro. La protegge l’ombra della natura e un ampio steccato in legno che la separa dal paese assolato. Oltre lo steccato inoltre si possono vedere le facciate delle case esposte al sole. Infine, una contadina lavora sorvegliando un vitello sull’aia.

Interpretazioni e simbologia

Segantini si trasferì a Savognino nel 1886. Le prime opere che l’artista realizzò nel paese svizzero non rappresentano però la montagna. Segantini ritrasse invece le contadine del posto in pose quotidiane, integrando la figura umana con le architetture. Nel dipinto infatti la figura della giovane che riposa sul prato sembra passare in secondo piano rispetto al paesaggio raffigurato nella parte alta del quadro.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Donna che riposa distesa sul prato

Giovanni Segantini fu un protagonista della stagione divisionista in Italia. La mostra del 1891 presso la Triennale di Milano fu la prima l’occasione di far conoscere le opere. Donna che riposa distesa sul prato fu dipinto durante il periodo di soggiorno a Savognino, in Svizzera, con la tecnica divisionista.

La tecnica

Donna che riposa distesa sul prato è un dipinto ad olio realizzato con piccole pennellate filamentose di colore puro accostato. La tecnica divisionista, permetteva, così, di ottenere colori molto brillanti se osservati da lontano. Nella progettazione dell’immagine, Segantini, non utilizzò la fotografia come invece fece Angelo Morbelli.

Bibliografia

  • Annie-Paule Quinsac, Giovanni Segantini – Disegni, 1978, Compagnia del Disegno, EAN: 5000000284781
  • A. P. Quinsac, Giovanni Segantini. Luce e simbolo 1884-1899. Ediz. italiana e inglese, 2000; 1 maggio 2002, Skira, Arte moderna Cataloghi, EAN: 9788881188178
  • Annie-Paule Quinsac, Segantini, 2002, Giunti, ISBN 88-09-02631-4
  • Asta Scheib, Segantini, 3 maggio 2010, Brioschi, EAN: 9788895399430
  • A. P. Quinsac, D. Segantini, Segantini. Il ritorno a Milano, 1 ottobre 2014, Skira, Arte moderna. Cataloghi, EAN: 9788857222127
  • L. Giudici, Giovanni Segantini, Lettere e scritti sull’arte, 11 novembre 2014, Abscondita, Miniature, EAN: 9788884164810
  • Segantini, 5 novembre 2014, Skira Collana: Skira Masters, Ediz. illustrata, EAN: 9788857225272
  • D. Magnetti, F. Timo, Giovanni Segantini e i pittori della montagna-Et les peinters de la montagne., 11 maggio 2017, Skira Ediz. a colori, EAN: 9788857235653
  • Laura D’Agostino, Stefania Frezzotti, Luce d’autunno. «Alla stanga» di Giovanni Segantini, un restauro. Ediz. illustrata, Gangemi, EPUB con DRM, EAN: 9788849298222
  • E. Pajer, E. Romanelli, Giovanni Segantini. Magia della luce, 30 marzo 2017, Marsilio Collana: Gli specchi, Con DVD video, EAN: 9788831726863

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Approfondisci con le altre opere di Giovanni Segantini intitolate:

Consulta il sito del Museo Giovanni Segantini di Saint-Moritz