Il ponte di Charing Cross a Londra di André Derain

André Derain fu convinto dal mercante Ambroise Vollard a recarsi a Londra per dipingere alcune vedute della città. Il ponte di Charing Cross a Londra fu rappresentato più volte dall’artista.

André Derain, Il ponte di Charing Cross a Londra, 1906, olio su tela, cm 80,3×100,3. Washington, National Gallery of Art

Descrizione. La veduta con il ponte di Charing Cross a londra

L’acqua del Tamigi occupa gran parte del dipinto. Infatti a destra, in prossimità del bordo del quadro, si può vedere solamente una piccola parte degli edifici che si affacciano sul fiume. Davanti alle costruzioni si trovano degli approdi ai quali sono ancorate alcune piccole imbarcazioni disposte ordinatamente in fila. L’acqua del Tamigi è mossa dalla corrente e riflette la luce ambientale. Il ponte di Charing Cross traversa la vista e due dei suoi pesanti piloni affondano nel fiume. Oltre il ponte, le sagome degli edifici di Londra chiudono la vista dell’orizzonte mentre nell’aria si disperdono i fumi della metropoli. Il cielo è una quinta colorata vivacemente che fa da sfondo alla veduta con i simboli architettonici della città inglese.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Il ponte di Charing Cross a Londra

Un anno dopo la gloriosa estate passata a Collioure, André Derain, nel 1906 si recò a Londra per dipingere alcune vedute Fauves della città. Il ponte di Charing Cross fu rappresentato anche nel dipinto esposto al Musée d’Orsay di Parigi. Il linguaggio libero e rivoluzionario messo a punto insieme ad Henri Matisse nella località francese venne, così, messo alla prova in altro contesto. La veduta Il ponte di Charing Cross a Londra fu realizzata da Derain utilizzando l’intero repertorio della poetica Fauves. L’artista usò liberamente i colori, con un intento antinaturalistico e personale. Poi, costruì lo spazio attraverso i contrasti cromatici, trascurando una rigorosa prospettiva lineare. Infine, dipinse la veduta con pennellate larghe ed espressive, adatte a dare maggiore evidenza alla forza dei colori puri.

Il colore e l’illuminazione

La rivoluzione Fauves fu, soprattutto, legata ad un uso libero ed espressivo del colore. Nel dipinto Il ponte di Charing Cross a Londra del 1906, André Derain utilizza il linguaggio elaborato l’anno precedente con dipinti quali, Barche a Collioure e il Ritratto di Henri Matisse. La superficie del Tamigi è dipinta con rosso, nella zona d’ombra, giallo, nella zona illuminata e nuovamente in blu.

Il ponte, le barche e gli edifici in primo piano sono, ugualmente, blu, come parte della città sullo sfondo. Gli edifici storici di Londra, invece, sono verdi mentre il cielo è rosa. André Derain, però, non utilizzò i colori puri a caso. La sua sintassi comprendeva un attento uso di contrasti per mettere in evidenza le forme e creare lo spazio. Così, i forti contrasti di luminosità permettono al ponte di emergere chiaramente e all’acqua del Tamigi di brillare. Il contrasto di complementarità tra il rosa del cielo e il verde dello skyline di Londra crea un effetto di lontananza e ritaglia dal fondo gli edifici.

La Composizione e l’inquadratura

I Fauves furono molto attenti alla, composizione che, secondo il loro intento, doveva rigorosamente sostenere l’immagine. Ne Il ponte di Charing Cross a Londra l’inquadratura orizzontale pone al centro il rapporto tra il Tamigi e il ponte che lo traversa. La campata crea una importante linea orizzontale che taglia l’immagine a circa due terzi dal basso e fa da base allo skyline della città. Le linee oblique convergenti che partono dal basso, invece, creano una certa profondità e conducono lo sguardo verso il ponte.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di André Derain, Il ponte di Charing Cross a Londra, sul sito della National Gallery of Art di Washington.