Incoronazione di Napoleone di Jacques-Louis David

Il dipinto realizzato da David è un importante documento visivo dell’evento. Nell’Incoronazione di Napoleone di Jacques-Louis David sono raffigurati centinaia di spettatori molti dei quali riconoscibili.

Jacques-Louis David, Incoronazione di Napoleone, 1806 – 1807, olio su tela, 621 x 979 cm. Parigi, Musée du Louvre

Descrizione. Napoleone si incorona imperatore

L’opera documenta l’Incoronazione di Napoleone e di sua moglie Giuseppina Beauharnais.  Napoleone è raffigurato al centro del dipinto nel momento della sua incoronazione di fronte a ottanta personaggi riconoscibili. L’Imperatore è in piedi rivolto verso i presenti e solleva in alto la corona d’oro. Il condottiero indossa un abito bianco ornato con decorazioni dorate. Inoltre, porta un ampio mantello che ricade in avanti e sulla schiena.

Una corona di foglie d’oro cinge il capo di Napoleone. Due gradini più in basso la moglie è inginocchiata su di un cuscino simile a quello dell’Imperatore. Giuseppina Beauharnais ha la testa chinata e le mani giunte e porta la corona. Napoleone in persona ha incoronato la moglie e se stesso. Due dame sollevano il bordo del prezioso mantello rosso simile a quello imperiale. Papa Pio VII è seduto dietro a Napoleone e accanto a lui si vede il cardinale Giovanni Battista Caprara, arcivescovo di Milano.

La famiglia Bonaparte al completo nel dipinto di Jacques-Louis David

Le tre sorelle di Napoleone, Elisa, Paolina e Carolina, sono raffigurate a sinistra. Al centro in posizione frontale siede poi la madre di Napoleone, Maria Letizia Ramolino. L’anziana donna non fu presente alla funzione a causa di contrasti con il figlio. La madre infatti non era d’accordo con la scelta della sposa. La sua presenza nel dipinto fu però una richiesta esplicita di Napoleone a fini propagandistici. Luigi Bonaparte invece si trova dietro le tre sorelle. Dietro di lui si trova Giuseppe Bonaparte. Il bambino raffigurato a destra delle sorelle è Napoleone Carlo, nato nel 1802 e morto nel 1807. Era figlio di Luigi Bonaparte e di Ortensia de Beauharnais.

Gli uomini vicini a Napoleone Imperatore

In primo piano di schiena è dipinto Charles-François Lebrun. Il console di Napoleone ha in mano lo scettro di comando dell’Imperatore. Jean-Jacques-Régis de Cambacérès si trova alla sua destra. Fu il principe arcicancelliere dell’Impero e porta lo scettro della giustizia con una mano scolpita in alto. Louis-Alexandre Berthier, ministro della guerra, su di un cuscino regge il globo imperiale. Infine Charles-Maurice de Talleyrand-Périgord che fu Gran Ciambellano. I quattro dignitari indossano abiti storici che risalgono al tempo di Enrico IV. Dietro a Giuseppina Bonaparte si trova Gioacchino Murat, il marito di Carolina Bonaparte, con un vassoio in mano. In alto si intravede un autoritratto di David vestito con un abito scuro.

Interpretazioni dell’Incoronazione di Napoleone di David

Napoleone si incorona Imperatore nella cattedrale di Notre-Dame. Fu una scelta politica ben chiara che mirava a creare una rottura con il regime precedente. Infatti i re di Francia erano tradizionalmente incoronati nella cattedrale di Reims. Solo per Enrico IV la celebrazione avvenne nella cattedrale di Chartres. Il Papa è presente, seduto dietro a Napoleone, ma si limita a benedire l’incoronazione. La sua presenza dichiara l’appoggio della Chiesa. Napoleone però compie il gesto autonomamente e sancisce il suo assoluto potere.

La figura di Napoleone Imperatore si ispira a quella dei suoi predecessori romani. Il sovrano è in piedi, al centro della scena e pare un sacerdote classico. Le decorazioni della cattedrale e lo stile neoclassico del dipinto sottolineano la vocazione storica del momento. Napoleone vuole interpretare nuovamente le glorie dell’Impero romano.

L’Incoronazione si svolge alla presenza della famiglia Bonaparte e dei collaboratori del condottiero. Oltre a rappresentare la nascita di un nuovo governo l’evento sancisce l’istituzione di una nuova nobiltà. La corte da quel momento doveva essere composta dai membri della famiglia di Napoleone e da personaggi meritevoli. Viene quindi escluso il diritto di nascita che era alla base delle monarchie europee combattute dalla Rivoluzione.

Lo stile del dipinto Incoronazione di Napoleone di Jacques-Louis David

Ogni dettaglio del dipinto Incoronazione di Napoleone è stato realizzato con estrema attenzione. Le fisionomie dei personaggi sono riconoscibili. Per dare maggiore importanza ai personaggi i loro volti sono idealizzati. Gli abiti e i gioielli sono rappresentati con grande abilità e realismo. I tessuti sono finemente decorati e i gioielli brillano. Soprattutto quelli che indossano le sorelle di Napoleone sono riconoscibili perché già ammirati all’epoca.

Il colore e l’illuminazione

L’Incoronazione di Napoleone ha una tonalità calda. Prevalgono infatti i colori rosso e giallo oro, simboli del potere. Gli stessi colori si ripetono poi nei tessuti di rivestimento delle pareti. La luce proviene dall’alto ed è distribuita in modo da creare lo spazio e mettere in evidenza i personaggi principali. La luce calda e dorata illumina quindi Napoleone, il Papa e Giuseppina. Le tre sorelle di Napoleone, invece, sono illuminate da una luce argentata e fredda. I personaggi sugli spalti di fondo sono in ombra. Il contrasto di luminosità che si crea con il primo piano crea un notevole effetto ambientale di profondità.

Lo spazio

L’interno della cattedrale di Notre-Dame è ampio. Le architetture sono infatti rappresentate prospetticamente in modo molto rigoroso. Questo fa sì che l’ambiente risulti ordinato e misurabile alla vista. Il contrasto tra gli enormi pilastri e i personaggi amplifica l’interno che continua oltre i bordi del dipinto. L’organizzazione dei presenti in schiere contribuisce a creare la profondità della scena. Inoltre i personaggi ai lati sono più scuri come quelli sullo sfondo. La maggiore illuminazione è destinata alla zona centrale. Questo effetto contribuisce ad organizzare lo spazio psicologico intorno alla figura dell’Imperatore.

La Composizione e l’inquadratura

Nel dipinto di David prevalgono le linee verticali. Sono create naturalmente dai corpi dei presenti e dagli scettri religiosi e imperiali. A destra, in prossimità dell’altare, gli alti candelabri e le alte candele portano lo sguardo in alto. La forma delle candele e quella dei pilastri continuano oltre il bordo superiore del dipinto. Questo espediente rende lo spazio vasto e monumentale. La scena che si celebra è così ancora più sacra.

Approfondimenti

Il grande dipinto fu commissionato da Napoleone Bonaparte nel settembre del 1804. Il lavoro fu realizzato all’interno della cappella del College de Cluny. Nel laboratorio di David lavorò anche il suo allievo Georges Rouget. La tela fu compiuta nel novembre 1807. Fu esposta dal 7 febbraio al 21 marzo 1808 al salone di pittura annuale. Nel 1819 fu trasferita nei magazzini del Louvre fino al 1837. Luigi Filippo la fece poi trasferire nel museo di Versailles. Nel 1889 l’Incoronazione di Napoleone tornò al Louvre.

L’evento fu celebrato il 2 dicembre 1804 nella cattedrale di Notre-Dame di Parigi. Una copia del dipinto è conservata presso la Reggia di Versailles. Una terza versione si trova a Paignton, nel Devon, nella Oldway Mansion. David realizzò molte effigi dell’Imperatore. Uno dei dipinti più famosi è Napoleone al passaggio del Gran San Bernardo.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Jacques-Louis David, Incoronazione di Napoleone, sul sito del Musée du Louvre di Parigi.