Campo di Fortuna di Miecio Colombo

Campo di Fortuna di Miecio Colombo ritrae un campo militare allestito velocemente durante una pausa della colonna militare in avanzata.

Miecio Colombo, Campo di Fortuna, data?, acquerello su carta, 31 x 23 cm. Roma, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

Indice

Descrizione di Campo di Fortuna di Miecio Colombo

Nell’immagine di Colombo è raffigurato un campo militare approntato velocemente. Al centro sono tratteggiati infatti alcuni mezzi militari coperti mentre intorno si notano tende e barili posati sul terreno. Alcuni militari stazionano tra i mezzi.

Interpretazioni e simbologia di Campo di Fortuna di Miecio Colombo

Questa immagine fu probabilmente tratteggiata velocemente durante una sosta improvvisata della colonna militare alla quale apparteneva il fante Miecio Colombo. Durante la sosta inoltre i militari allestivano la loro tenda accanto al mezzo in dotazione al fine di controllarlo e proteggerlo in caso di necessità.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’acquerello su carta fu esposto nel 1942 alla “Prima Mostra degli artisti italiani in armi” che si tenne presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma. In questa occasione per la prima volta lo Stato offrì una vetrina agli artisti che parteciparono come soldati alle campagne militari in Nord Africa, nei Balcani, in Russia e in Grecia.

La storia dell’opera Campo di Fortuna di Miecio Colombo

Miecio Colombo partecipò alla Seconda Guerra Mondiale come fante.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Campo di Fortuna di Miecio Colombo

L’immagine è appena tratteggiata grazie a piccoli interventi di colore acquerellato. Le figure inoltre si identificano grazie alle campiture di colore più scuro e freddo contro lo sfondo caldo e chiaro dell’immagine. L’opera quindi si rivela come un bozzetto realizzato velocemente.

La tecnica

L’immagine è un acquerello su carta di 31 x 23 cm di dimensione.

Il colore e l’illuminazione

Il colore della veduta del campo di fortuna è determinato dal fondo della carta ingiallito e leggermente tinto di ocra rossa. I particolari invece come i camioncini, le sagome dei militari, le tende e le casse sono accennate con macchie di colore freddo, blu e grigio.

Lo spazio

Lo spazio è indefinito e ampio infatti non si intravedono punti di riferimento ambientale come linee di colline o l’orizzonte. La profondità e la dimensione dello spazio sono invece interpretabili grazie alla progressiva diminuzione della dimensione dei camioncini e delle tende.

La composizione e l’inquadratura

La forma dell’immagine è rettangolare ed è sviluppata in orizzontale come tradizionalmente per i paesaggi e le vedute. L’inquadratura inoltre è di tipo fotografico e suggerisce la continuazione del campo oltre i bordi rappresentati.

Articolo correlato

Acciaio per gli elementi di Vito Lombardi

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Artisti Italiani in Armi la collezione ritrovata, Catalogo della mostra, STADIO DI DOMIZIANO, Aprile-Giugno 2017, ESERCITO ITALIANO, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 14 maggio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Miecio Colombo intitolate:

  • Campo di Fortuna

Leggi La vita e tutte le opere di Miecio Colombo

Consulta il sito dell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio di Roma.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera