Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde

Il Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde celebra la figura del famoso compositore italiano rappresentato in forma di Erma.

Giulio Monteverde, Busto di Giuseppe Verdi, 1902, scultura in gesso, cm 79 x 52 x 28. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde

Giuseppe Verdi è raffigurato a petto nudo. Mostra una evidente età avanzata e porta barba e baffi. I capelli sono pettinati verso la nuca e ricadono ai lati del viso. Verdi volge il capo leggermente alla sua sinistra e sembra guardare in alto con un’espressione ispirata.

Interpretazioni e simbologia del Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde

Giuseppe Verdi fu un importante compositore italiano e senatore del regno. Il compositore fu molto vicino ai protagonisti del Risorgimento e per questo partecipò attivamente alla vita politica. Nacque il 10 ottobre 1813 a Roncole Verdi e morì il 27 gennaio 1901 a Milano. È considerato universalmente uno dei grandi compositori di opere liriche. Le sue opere più rappresentate nel mondo sono il Rigoletto del 1851, il Trovatore del 1853 e La Traviata del 1853.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Erminia Luisa e Corinna Monteverde donarono l’opera di Giulio Monteverdi nel luglio del 1919 alla Gam di Genova. Si trova ora nella raccolta immagini di personaggi famosi dell’Ottocento.

La storia dell’opera Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde

La scultura che riproduce il busto di Giuseppe Verdi fu realizzata da Giulio Monteverde nel 1902 all’età di 65 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Busto di Giuseppe Verdi di Giulio Monteverde

Giulio Monteverde nacque a Bistagno l’8 ottobre 1837 ed è considerato un rappresentante del gusto italiano borghese di metà ‘800. Monteverde studiò a Casale Monferrato insieme a Bistolfi e quindi si trasferì a Genova. Il suo stile è di tipo accademico e i soggetti storico celebrativi.

La tecnica

Il busto scolpito da Giulio Monteverdi è una scultura in gesso di 79 cm di altezza per 52 x 28 cm.

La luce sulla scultura

La luce ambientale nella parte superiore del viso crea alcuni chiaroscuri che descrivono la barba, i capelli e l’incavo degli occhi. In basso invece la superficie del busto è più morbida e le ombre descrivono la muscolatura con poche rilevanze.

Rapporto con lo spazio

La scultura di Giulio Monteverde è un tuttotondo. Nonostante questo la fisionomia del personaggio si coglie con una visione frontale.

La struttura

Il busto poggia in basso su una base sagomata circolare. Il torace inoltre è di forma rettangolare e crea una massa visiva che stabilizza il volto del musicista.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • M. F. Giubilei, GAM guida. Galleria d’arte moderna di Genova. Con opere della collezione Wolfson, Editore: Maschietto Editore, 2004, EAN: 9788888967271

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 22 dicembre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Giulio Monteverde intitolate:

  • Busto di Giuseppe Verdi

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giulio Monteverde, Busto di Giuseppe Verdi, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.