Bracchiere maremmano di Eugenio Cecconi

Bracchiere maremmano di Eugenio Cecconi racconta un momento di vita maremmana dove protagonista è la caccia al cinghiale.

Eugenio Cecconi, Bracchiere maremmano, 1890?, olio su tela, cm 99 x 75. Livorno, Museo Civico Giovanni Fattori

Indice

Descrizione di Bracchiere maremmano di Eugenio Cecconi

Un giovane bracchiere avanza verso sinistra reggendo la grande testa di un cinghiale. Il ragazzo indossa una giacca pesante e pantaloni foderati sul davanti da cosciali in pelle d’animale. Lo segue un cane che volge il muso verso l’alto come per annusare il trofeo. Infine oltre il muretto di pietra si apre un ampio paesaggio collinare sovrastato dal cielo arrossato dal tramonto.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

In seguito alla morte dell’artista, il sindaco di Livorno, il 28 dicembre 1903, chiese ai fratelli di donare un’opera alla Pinacoteca della città. Dopo 3 anni impegnati nella redazione delle pratiche testamentarie, il 22 marzo 1906, i fratelli Olinto e Amelia destinarono il dipinto al Comune. L’opera si trova ora presso il Museo Giovanni Fattori.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Bracchiere maremmano di Eugenio Cecconi

Eugenio Cecconi fu molto legato al territorio della maremma toscana. L’artista infatti come altri suoi compagni macchiaioli fu attratto dai paesaggi e dalle attività che si conducevano nelle campagne.

Il dipinto presenta superfici dettagliate come il tessuto della giacca e il pelo del cinghiale. Altre zone invece sono più vicine alla macchia toscana. Infatti nel paesaggio in basso e nel cielo si colgono ampie zone omogenee di colore uniforme. Nel cielo le campiture sono formate da colore steso mentre nel paesaggio si possono osservare le singole pennellate pastose.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Fra i disegni di Eugenio Cecconi, a cura di Ferdinando Donzelli, Firenze, Artigraf, 2012

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 26 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Eugenio Cecconi intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Eugenio Cecconi, Bracchiere maremmano, sul sito del Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno.