Bagnanti di Paul Cézanne

Bagnanti di Paul Cézanne è uno dei primi dipinti dell’artista realizzato durante gli anni di collaborazione con il gruppo dei pittori impressionisti.

Paul Cézanne, Bagnanti, 1874-1875, olio su tela, 38.1 x 46 cm . New York, Metropolitan Museum

Indice

Descrizione del dipinto Bagnanti di Paul Cézanne

Alcune figure di donne sono disposte lungo i bordi di un fiume. I corpi delle bagnanti sono nudi. Inoltre una di loro è immersa con le gambe all’interno dell’acqua. A sinistra, una ragazza è distesa mentre altre due sono in piedi e sollevano il loro braccio portandolo indietro. Tra queste una giovane è seduta di schiena mentre sulla riva opposta, a destra un’altra sembra in procinto di entrare in acqua.

Dietro la ragazza con i capelli lunghi e rossi, a sinistra un telo bianco è steso contro un grande albero a protezione della loro nudità. Sulla riva opposta, poi oltre il corso d’acqua, corre una strada bianca che confina con alcuni alberi. Tra di essi vi sono dei cipressi che si alzano sottili verso il cielo. Un esile albero è dipinto su un lembo di prato a destra e uno dei suoi rami sembra creare una croce con il cipresso della riva posta. Il cielo è azzurro, attraversato solo da leggere nubi bianche.

Interpretazioni e simbologia di Bagnanti di Paul Cézanne

Alcuni critici fanno notare la difficoltà che Paul Cézanne ebbe nel rappresentare il corpo femminile. Le figure delle bagnanti, infatti sembrano sgraziate è un po’ goffe. Probabilmente l’artista fece ricorso anche a ricordi di figure femminili appartenenti alla tradizione pittorica.

Paul Cézanne replicò più volte il soggetto di bagnanti nella sua carriera pittorica e questo dipinto è una delle prime versioni. Cézanne dimostrò quindi di essere interessato al nudo femminile ma non lo padroneggiò mai in piena libertà. Infatti le sue opere che raffigurano questo soggetto progredirono lentamente e Cézanne rivelò di sentirsi a disagio nel dipingere la figura.

Per facilitare questa operazione così l’artista ricorse all’immaginazione e all’osservazione di opere classiche e rinascimentali. L’elemento più replicato e ripreso dall’artista è la diversa disposizione dei corpi e la loro postura. Nel corso del tempo le diverse varianti acquistarono però maggiore luminosità su ispirazione delle esperienze dei colleghi impressionisti.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Bagnati di Paul Cézanne è esposto presso il Metropolitan Museum di New York. Joan Whitney Payson nel 1975 donò l’opera Bagnanti di Paul Cézanne al The Met.

La storia dell’opera Bagnanti di Paul Cézanne

L’opera risale agli anni 1874-1875. Nel 1874 Paul Cézanne prese parte alla prima esposizione dei pittori impressionisti presso lo studio del fotografo Nadar. Nonostante la contrarietà espressa da Manet nei confronti della sua pittura, l’artista vendette anche alcune opere. Invece Pissarro lo incoraggiò a partecipare e lo sostenne anche successivamente. La critica, anche quella vicina agli impressionisti, non apprezzò i dipinti di Cézanne e li condannò duramente. L’artista però non si scoraggiò e grazie al ricavato di opere come La casa dell’impiccato decise di proseguire con la pittura.

Le opere più importanti di questo periodo furono alcune versioni del dipinto intitolato La casa del dottor Gachet e alcuni paesaggi innevati dipinti nei dintorni di Auvers. Rappresentò anche i tornanti di strade di campagna che passano attraverso alberi e case.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Bagnanti di Paul Cézanne

Paul Cézanne si formò nell’ambito dell’Impressionismo ma elaborò un proprio stile per superarne i limiti formali. L’artista aderì al movimento impressionista tra il 1872 e il 1877. Successivamente condusse una ricerca che lo portò a recuperare la solidità dei volumi e la definizione delle forme ricondotte a figure geometriche. Per sottolineare ulteriormente l’aspetto formale Paul Cézanne ricorse all’utilizzo di contorni scuri. Già ne La casa dell’impiccato si nota una tendenza a dare solidità alle forme. Osservando il paesaggio all’aperto l’artista isolava un istante preciso per dare maggiore solidità all’immagine.

I dipinti che poi Cezanne realizzò nel periodo di vicinanza agli impressionisti sono caratterizzati dalla rappresentazione del soggetto immerso nella sua atmosfera. Nonostante i temi e le modalità fossero quelli della pittura impressionista ad ogni elemento naturale Paul Cézanne conferì una forte consistenza volumetrica. Infatti la chioma degli alberi sembra essere della stessa sostanza con la quale sono stati costruiti abitazioni e tetti.

Pur lavorando a fianco di colleghi impressionisti, Paul Cézanne, nei suoi dipinti maturò l’esigenza di rappresentare le figure con una maggiore solidità spaziale. Lo stile pittorico del dipinto intitolato Bagnanti infatti è quello tipico del periodo iniziale. Cézanne utilizzò inoltre pennellate parallele e tratti corti e larghi che costruiscono le figure attraverso campiture piatte e luminose. Le pennellate sono orientate diversamente rispetto alle forme. Ad esempio gli alberi del fondo sono dipinti con pennellate orizzontali mentre le fronde in secondo piano sono dipinte con pennellate oblique o verticali. Il prato, invece è trattato con pennellate orizzontali.

La tecnica

Bagnati di Paul Cézanne è un dipinto realizzato con la tecnica dell’olio su tela. La sua progettazione si basò, forse, su schizzi preparatori.

Il colore e l’illuminazione

I colori dell’opera sono tendenzialmente freddi. Infatti nel paesaggio prevale l’uso del verde e dell’azzurro.

Lo spazio

Lo spazio pensato da Cézanne per il dipinto intitolato Bagnanti tiene in considerazione il problema dell’inserimento della figura umana nell’ambiente. Infatti l’artista introdusse figure precedentemente disegnate o forse tratte dalla sua memoria e osservate in paesaggi realizzati en plain air. Le figure sono disposte tutte sullo stesso piano e sovrapposte alla riva opposta del corso d’acqua. Infine la dimensione degli alberi del primo piano confrontata con gli alberi più piccoli del secondo piano da un’idea della profondità della scena.

La composizione e l’inquadratura

La composizione è orizzontale ed è sottolineata dalla disposizione ritmicamente scandita delle sei figure di donne. Il corso d’acqua e la riva del primo piano sono invece obliqui e salgono verso sinistra. Solo leggermente obliqua è anche la strada che si intravede sulla riva. Le linee verticali e orientate verso l’alto sono poi rappresentate dalle figure in piedi e dai tronchi degli alberi. L’obliquità delle nuvole infine sembra costruire una specie di fuga prospettica verso sinistra unita a quella della strada e del prato in primo piano.

Articolo correlato

Bagnanti di Max Liebermann

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Marisa Vescovo, Cézanne. Ediz. illustrata, 22 dicembre 1998, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN: 9788809761711
  • C. Pescio, Cézanne. Vita d’artista, 22 febbraio 2006, Giunti Editore Collana: Vita d’artista, EAN: 9788809045163
  • Cézanne, 12 giugno 2007, Mondadori Electa, Collana: Arte. Grandi monografie, EAN: 9788837046972

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 11 maggio 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Paul Cézanne intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Paul Cézanne

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Paul Cézanne, Bagnanti, sul sito del Metropolitan Museum di New York.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.