Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez

Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez è un’opera singolare che raffigura i due animali esposti all’epoca a Milano in un serraglio.

Francesco Hayez, Autoritratto con tigre e leone, ca. 1831, olio su tavola, 51 x 43 cm. Milano (MI), Museo Poldi Pezzoli

Indice

Descrizione dell’Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez

Nel dipinto compaiono un leone e una tigre rinchiusi all’interno di un serraglio protetto da alte sbarre metalliche. Gli animali sono costretti in uno spazio sollevato rispetto al suolo da una muratura costruita con blocchi di pietra. A sinistra compare la figura del giovane Francesco Hayez che indossa gli abiti da lavoro tipici di un artista della sua epoca.

Interpretazioni e simbologia dell’Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez

Il ritratto dell’artista che compare all’interno del dipinto riservato ai due animali si può considerare la sua firma. Infatti Hayez è riconoscibile grazie agli abiti da lavoro e il berretto tipico da pittore.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Giuseppe Gargantini Piatti, avvocato di Milano, fu il proprietario dell’Autoritratto. Virginia Gargantini Piatti di Varese ereditò l’Autoritratto con tigre e leone. Riccardo Lampugnani lo inserì poi nella sua raccolta di opere e infine lo destinò tramite legato testamentario nel 1985 al Museo Poldi Pezzoli che lo acquisì nel 1997.

L’artista e la società. La storia dell’Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez

Hayez dipinse l’opera in età relativamente giovane, intorno al 1831. L’artista all’epoca era giunto a Milano da circa dieci anni e aveva circa 35 anni. La sua fama quindi si stava diffondendo tra i collezionisti e gli intellettuali della città lombarda.

In quell’anno si era installato un circo ai giardini pubblici di Milano. Il serraglio ospitava insieme un leone e una femmina di tigre. La presenza dei due animali esotici suscitò molta curiosità anche a causa della loro convivenza pacifica. Le immagini dei due felini sono molto dettagliate. Hayez le realizzò del vero dipingendo il proprio viso nell’angolo a sinistra rivolto verso l’osservatore e sorridente.

Francesco Hayez realizzò almeno uno studio a matita della figura del leone che si trova presso Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.

Hayez realizzò un disegno preparatorio di 26,4 x 41,8 cm. custodito presso presso l’Accademia di Bella Arti di Brera a Milano.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile dell’Autoritratto con tigre e leone di Francesco Hayez

L’Autoritratto con tigre e leone è piuttosto singolare se confrontato con i ritratti ufficiali di Francesco Hayez. La presenza delle due fiere è da mettere in relazione con la moda orientalista del tempo. Il dipinto risulta inusuale anche per la scelta dell’inquadratura orizzontale. La figura di Hayez poi compare sulla sinistra, quasi defilata. Il giovane artista si ritrasse in abiti da lavoro con lo sguardo rivolto verso l’osservatore, mostrando un’espressione ironica.

La tecnica

L’autoritratto di Francesco Hayez è un olio su tela di 51 cm di larghezza e 43 cm di altezza.

Il colore e l’illuminazione

Testo in preparazione

Lo spazio

Testo

La composizione e l’inquadratura

Hayez dipinse l’Autoritratto con tigre e leone scegliendo un formato orizzontale. Anche l’inquadratura è inusuale per un autoritratto e probabilmente è giustificata dalla necessità di ospitare i due animali.

Articolo correlato

Autoritratto con un gruppo di amici di Francesco Hayez

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • F. Mazzocca (a cura di), Francesco Hayez. Ediz. illustrata, Silvana (5 novembre 2015) Collana: Cataloghi di mostre, ISBN-10: 8836632343 ISBN-13: 978-8836632343
  • Francesco Leone, Fernando Mazzocca, Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini. Catalogo della mostra (Forlì, 9 febbraio-16 giugno 2019). Ediz. a colori, Silvana Collana: Arte, 13 febbraio 2019, EAN: 9788836641437
  • F. Mazzocca (a cura di), Romanticismo. Catalogo della mostra (Milano, 26 ottobre 2018-17 marzo 2019). Ediz. a colori, Silvana (29 ottobre 2018) Collana: Arte, ISBN-10: 8836641008 ISBN-13: 978-8836641000

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 marzo 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Francesco Hayez intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Francesco Hayez

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Francesco Hayez, Autoritratto con tigre e leone, sul sito del Museo Poldi Pezzoli di Milano e sul Sito dei Beni Culturali della Lombardia.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera