L’arcangelo Raffaele e Tobiolo di Andrea del Verrocchio

L’arcangelo Raffaele e Tobiolo di Andrea del Verrocchio rappresenta una scena della vicenda biblica che fu utilizzata come augurio per i giovani in viaggio nel Rinascimento.

Andrea del Verrocchio, L’arcangelo Raffaele e Tobiolo, 1470-1472 circa, tempera su tavola, cm 83,6 x 66. Londra, The National Gallery, inv. NG781 (acquisto 1867)

Indice

Descrizione del dipinto L’arcangelo Raffaele e Tobiolo di Andrea del Verrocchio

Tobia e l’arcangelo Raffaele procedono a braccetto. Raffaele ha le ali visibili e molto colorate. Indossa poi un abito vaporoso stretto intorno alla vita e molto panneggiato, confezionato con tessuti pregiati. Intorno ai suoi capelli biondi inoltre è dipinta una aureola dorata. I piedi infine sono nudi e protetti da sandali sottili.

Tobia invece è abbigliato come un giovane nobile del Quattrocento. Indossa infatti una casacca blu decorata sul davanti con pieghe verticali. Un nastro rosso la stringe intorno alla vita. Un mantello è poi fissato al colletto e si alza col vento. Inoltre porta una calzamaglia rossa e stivaletti marroni. In mano regge un pesce sventrato, catturato durante il viaggio. Nella piccola scatola d’argento che regge l’arcangelo sono contenute le viscere dell’animale.

In basso, dietro Raffaele, un piccolo cane segue i due personaggi nel viaggio. Il paesaggio che fa da sfondo alla scena è ampio e si estende in lontananza. Anche un fiume serpeggia tra le colline e attraversa il paesaggio. A destra si intravede poi una fortificazione e un ponte che cavalca il corso d’acqua. Infine, in primo piano, sul terreno, crescono rade erbe tra le rocce.

Interpretazioni e simbologia del dipinto L’arcangelo Raffaele e Tobiolo di Andrea del Verrocchio

Tobiolo e l’angelo racconta una vicenda narrata nel libro di Tobia della Bibbia. Le rappresentazioni di Tobia e l’angelo erano comuni a Firenze durante il Rinascimento. Infatti, il tema si prestava ad essere utilizzato come immagine di protezione spirituale per i giovani in viaggio di affari.

I Committenti, le collezioni e la storia espositiva

Il dipinto di Andrea del Verrocchio intitolato Tobiolo e l’angelo si trova alla National Gallery di Londra che lo acquistò nel 1867.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto L’arcangelo Raffaele e Tobiolo di Andrea del Verrocchio

Tobiolo e l’angelo è un dipinto di Andrea del Verrocchio, che gli storici hanno datato 1470-1475. Il dipinto fu infatti realizzato nei primi anni Settanta del Quattrocento. L’impostazione del dipinto, con i due personaggi che procedono a braccetto si ispira all’opera precedente del Pollaiolo del 1465-1470. Le figure che compaiono nel dipinto Tobia e l’angelo inoltre sono molto dettagliate. Infine lo stile del disegno che si intuisce sotto la pittura ricorda la pratica orafa.

La tecnica

L’opera di Verrocchio fu dipinta a Tempera su tavola. Si tratta di un dipinto datato tra il 1470-1475 quindi ancora realizzato con la tecnica più diffusa nel Quattrocento fiorentino.

Il colore e l’illuminazione

La gamma dei colori del dipinto è viva e i colori saturi. Nella parte alta i colori predominanti sono freddi.

Lo spazio

La scena che descrive un momento del viaggio di Tobiolo è ambientata in un paesaggio collinare.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto che racconta un momento del viaggio del protagonista biblico è rettangolare. Inoltre, l’inquadratura verticale incornicia i due protagonisti a figura intera.

Bibliografia

  • Paola Grifoni e Francesca Nannelli, Le statue dei santi protettori delle arti fiorentine e il Museo di Orsanmichele, in Quaderni del servizio educativo, Firenze, Edizioni Polistampa, 2006.
  • Beatrice Paolozzi Strozzi, Museo Nazionale del Bargello. Guida ufficiale, Giunti Editore, 1 marzo 2014, EAN: 9788809759626
  • F. Caglioti, A. De Marchi (a cura di), Verrocchio, il maestro di Leonardo, 1° ed. 2019, Cataloghi / CATALOGHI, 978-88-297-0033-2

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Andrea del Verrocchio intitolate:

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 1 giugno 2019.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Andrea del Verrocchio, L’arcangelo Raffaele e Tobiolo, sul sito della The National Gallery di Londra.