Vergine annunciata di Antonello da Messina

Vergine annunciata è un dipinto di Antonello da Messina nel quale seppe coniugare la monumentalità e il classico razionalismo della forma dello stile italiano con l’attenzione al dettaglio della pittura fiamminga.

Antonello da Messina, Vergine annunciata, 1476 – 1477, olio su tavola, cm 36,5 x 34,5. Palermo, Galleria Regionale della Sicilia

Descrizione

Al centro del dipinto, Maria è avvolta da un velo blu che le copre il capo e le spalle. La Vergine porta la mano destra in avanti mentre con la mano sinistra chiude il velo sul petto. Si intravede anche l’abito rosso coperto dal tessuto. Il viso e il corpo sono frontali. Lo sguardo, invece è rivolto a sinistra in basso. L’espressione è timorosa. I lineamenti del viso sono giovanili e regolari. A sinistra del dipinto, si trova un leggio. Su di esso un si nota un libro aperto con le pagine sollevate. Infine, il fondo è molto scuro e privo di particolari dipinti.

Forse ti interessa anche Hive Tattoo Art Gallery Milano la galleria d’arte per giovani artisti emergenti di Fedez. Leggi tutto…

Stile del dipinto Vergine annunciata di Antonello da Messina

Antonio di Giovanni de Antonio, soprannominato Antonello da Messina, nacque a Messina, nel 1429 o nel 1430  e morì nella stessa città nel febbraio 1479. È considerato il più importante artista figurativo siciliano della sua epoca. Seppe coniugare la monumentalità e il classico razionalismo della forma dello stile italiano con l’attenzione al dettaglio della pittura fiamminga. Antonello realizzò il dipinto che ritrae la Vergine Annunciata utilizzando una attenta resa prospettica che si evidenzia nella mano in scorcio.

Lettura alla lim del dipinto Vergine annunciata di Antonello da Messina

Il fondo del dipinto è di un nero profondo. Mette, così, in evidenza il ritratto della Madonna che si ritaglia in modo netto.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

La figura della Vergine è ben modellata e assume un aspetto quasi monumentale.

Il senso della monumentalità è sottolineato dal punto di vista che è leggermente ribassato. Il nostro sguardo, infatti, si trova all’altezza del leggio.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

La Vergine fu dipinta da Antonello da Messina tra il suo soggiorno a Venezia e il ritorno nella sua città.

Il piano che sostiene il leggio è in basso, quasi al limite inferiore del dipinto.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

Il leggio, dalla particolare forma, è posto in diagonale. Crea, così, un senso di profondità.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

Lo spazio posto tra l’osservatore e la Vergine è misurato dalla mano che avanza verso l’osservatore. Antonello da Messina utilizzò uno scorcio prospettico non semplice da realizzare.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

La mano che si protende in avanti e lo sguardo stupito ma serio dimostra che si trova alla presenza dell’angelo che annuncia la sua maternità. Infatti la figura dell’angelo è assente ma si intuisce sia al cospetto della Vergine.

La luce

La luce proviene da sinistra. Arriva, quindi, dalla posizione nella quale si trova l’angelo.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

Antonello da Messina realizzò un ritratto psicologico della Vergine, molto intenso e intimo. Anche la posizione delle mani esprime lo stato d’animo di Maria.

Composizione

La composizione è centrale e piramidale. La struttura triangolare è, infatti, determinata dal manto blu della Madonna. Invece la base è coincidente con il piano d’appoggio.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

Il volto è di un ovale ideale, simbolo della purezza della Vergine. Il modellato è morbido e caratterizzato dal riflesso di luce nell’ombra a destra che rende il volume più tondo e liscio.

Antonello da Messina, Vergine Annunciata, particolare

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • F. Sricchia Santoro. Antonello e l’Europa, Milano, 1986.
  • Gioacchino Barbera, Antonello da Messina, Milano, Editore Electa-Banco Ambrosiano Veneto, 1997, ISBN 88-8016-202-0.
  • Mauro Lucco, Antonello da Messina, l’opera completa, Milano, Editore Silvana, 2006, ISBN 88-366-0633-4
  • Marco Bussagli, Antonello da Messina, 2016, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN:9788809991675
  • Antonello da Messina, 2019, Skira, Arte antica. Cataloghi, ISBN: 885723927
  • Antonello da Messina. Ediz. illustrata, 21 marzo 2019, Collana: Skira Masters, EAN: 9788857239286

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Antonello da Messina intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Antonello da Messina, Vergine annunciata, sul sito dei Beni Culturali della Regionale della Sicilia.