Sul divano di Federico Zandomeneghi

Sul divano di Federico Zandomeneghi è un dipinto che raffigura due giovani donne della borghesia dell’Ottocento in un contesto mondano.

Federico Zandomeneghi, Sul divano (Causerie), 1890-1895, olio su tela, 44 x 87 cm. Milano, Collezione privata

Indice

Descrizione di Sul divano di Federico Zandomeneghi

Due giovani donne sono sedute su un divano. La ragazza di destra è raffigurata di profilo e porta i lunghi capelli rossi annodati dietro il capo. La giovane di sinistra invece è raffigurata di schiena e i suoi capelli neri sono raccolti sulla nuca. Entrambe le ragazze indossano abiti chiari ed eleganti che lasciano scoperte le loro spalle. Inoltre le braccia sono avvolte da lunghi guanti bianchi. Al collo indossano una collana di perle e un collier d’oro. Indossano poi orecchini e bracciali.

Le protagoniste siedono su un divano del quale si vede solo la spalliera. La ragazza di destra sembra incuriosita e si avvicina all’altra come per seguire meglio la conversazione. Invece la ragazza di spalle assume una posa più sicura e rilassata. In prossimità dell’angolo in alto a sinistra si nota un paravento che poggia sul pavimento di colore verde.

Interpretazioni e simbologia di Sul divano di Federico Zandomeneghi

Zandomeneghi dipinse molte scene di vita borghese come quella raffigurata in Sul divano. Il titolo allude ad una situazione vissuta dalle protagoniste. Probabilmente si tratta di una scena osservata più volte dall’artista nei salotti in cui si svolgevano serate mondane. È possibile paragonate questo dipinto ad una fotografia scattata durante un incontro tra conoscenti.

L’artista fu un interprete sensibile della figura femminile in interni borghesi e all’esterno. Le scene rappresentate ritraggono giovani alla moda in situazioni mondane. Furono infatti ispirate dalle nascenti riviste di moda. Le ragazze sono circondate da abiti, gioielli, ventagli e toilette di cosmesi. In alcune immagini si coglie la stessa attenzione che Edgar Degas era solito prestare verso le giovani parigine dell’alta società.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera di Zandomeneghi è proprietà di una collezione privata di Milano.

L’artista e la società. La storia dell’opera Sul divano di Federico Zandomeneghi

L’artista nacque nel 1841 e dipinse Sul divano intorno ai 50 anni tra il 1890 e il 1895.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Sul divano di Federico Zandomeneghi

Si può considerare la pittura di Federico Zandomeneghi una interpretazione impressionista della società borghese dell’Ottocento. Infatti le figure presentano un chiaroscuro appena accennato. La tessitura pittorica poi è formata da pennellate sottili nell’incarnato e più evidenti sugli arredi. Inoltre le forme sono definite da campiture quasi uniformi di colore.

La tecnica

L’opera è di piccole dimensioni, 44 cm di altezza per 87 cm di larghezza, dipinta con colori ad olio.

Il colore e l’illuminazione

Il colore più evidente è il verde che si trova nella piccola zona di pavimento e sul paravento. Le pareti poi sono colorate con un giallo tendente al verde e chiaro. In primo piano il divano presenta una tonalità arancione che si ripete nei capelli della giovane di destra. Gli abiti infine sono chiari e intonati al resto del dipinto.

Lo spazio

L’opera presenta una scena che pare osservata da un ospite che si trova nello stesso ambiente delle due ragazze. Le protagoniste sono collocate quindi in primo piano. La spalliera del divano divide idealmente lo spazio virtuale con quello dell’osservatore del dipinto. La scena è quindi una visione frontale. La profondità della stanza è però percepibile grazie all’angolo che si crea tra pareti e pavimento a sinistra.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto è di forma rettangolare e sviluppo orizzontale. L’inquadratura inoltre valorizza il mezzo busto della donna di destra. Permette infatti di apprezzare la posizione elegante del braccio allungato. La struttura compositiva è distribuita lungo la diagonale che traversa il dipinto a partire da sinistra in basso. Infatti sale lungo il braccio fino al viso della giovane dai capelli rossi. Infine le linee nere delle pareti creano una scansione ritmica che movimenta lo sfondo e guida lo sguardo verso le due giovani.

Articolo correlato

L’americana di Giovanni Boldini

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Silvestra Bietoletti, Zandomeneghi, Giunti, Dossier d’art Anno, 2016, EAN: 9788809991996

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: giorno febbraio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Federico Zandomeneghi intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Federico Zandomeneghi

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Federico Zandomeneghi, Sul divano, sul sito del Ministero per i beni e le attività culturali italiani.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera