Stanza della Segnatura di Raffaello

La Stanza della Segnatura di Raffaello fu la prima ad essere decorata dal giovane artista che si avvalse di alcuni aiuti per terminare i lavori.

Raffaello Sanzio e allievi, Stanza della Segnatura, 1508-1511, ciclo di affreschi, Città del Vaticano, Musei Vaticani Volta, 1508

Indice

Descrizione della Stanza della Segnatura di Raffaello

La decorazione della Stanza della Segnatura realizzata da Raffaello ricopre la volta, dalle pareti e dalla zoccolatura dipinta da Perin del Vaga.

La volta della Stanza della Segnatura di Raffaello

La volta è decorata con le immagini distribuite in tredici scomparti divisi da cornici e grottesche. Al centro si trova un grande ottagono.

  • Ottagono con lo stemma papale dei Della Rovere
  • I quattro troni (Overs, Sud, Est, Nord)
  • Teologia
  • Giustizia
  • Filosofia
  • Poesia
  • Adamo ed Eva
  • Il Giudizio di Salomone
  • Primo moto
  • Apollo e Marsia

Le pareti

Sulle pareti si trovano celebri affreschi di grandi dimensioni:

  • Disputa del Sacramento
  • Virtù e la Legge
  • Scuola di Atene
  • Parnaso

La zoccolatura

La zoccolatura è posta sotto gli affreschi e mostra dipinti di Perin del Vaga:

  • Sacrificio Pagano
  • Visione di sant’Agostino del fanciullo in riva al mare
  • Sibilla Tiburtina che mostra la Vergine ad Augusto
  • Solone che arringa il popolo ateniese
  • Mosé che porta agli Ebrei le tavole della Legge
  • Filosofia, i Magi che discutono circa la sfera celeste
  • Morte di Archimede e assedio di Siracusa

Interpretazione e significato iconografico della Stanza della Segnatura di Raffaello

La Stanza della Segnatura prende il suo nome dal tribunale in capo nella giustizia del Vaticano presieduto direttamente dal Papa. Si tratta de la “Segnatura Gratiae et Iustitiae” (Segnatura di Grazia e Giustizia). Tale definizione è documentata a partire dal 1513. Infatti Paride Grassi, il maestro delle cerimonie apostoliche in un documento indica con tale nome l’ambiente. Inoltre secondo gli studiosi la stanza subito dopo il termine della decorazione diventò sicuramente sede del tribunale. Invece in precedenza durante il periodo di pontificato di Giulio II della Rovere l’ambiente era forse utilizzato come biblioteca e studio del Papa. Infatti la Stanza era indicata come biblioteca superiore.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Gli affreschi che decorano la Stanza della Segnatura si possono ammirare presso i Musei Vaticani di Città del Vaticano.

La storia della Stanza della Segnatura di Raffaello

Raffaello affrontò la decorazione della stanza della segnatura nel 1508 e fino al 1511 quindi all’età di circa 25 e 27 anni. Questa sala fu il primo ambiente delle Stanze Vaticane che decorò il giovane artista.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile degli affreschi della Stanza della Segnatura di Raffaello

Nel progettare e realizzare gli affreschi Raffaello mostrò di possedere ormai una grande abilità tecnica e sapienza compositiva.

La volta della Cappella Sistina di Michelangelo

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Pierluigi De Vecchi, Raffaello, Rizzoli, Milano 1975
  • Sylvia Ferino Pagden, M. Antonietta Zancan, Raffaello. Catalogo completo, Firenze 1989.
  • Paolo Franzese, Raffaello, Mondadori Arte, Milano 2008. ISBN 978-88-370-6437-2
  • Mario Dal Bello, Raffaello. Le madonne, Libreria Editrice Vaticana, 2012, EAN: 9788820987237
  • Antonio Forcellino, Raffaello. Una vita felice, 2 luglio 2009, Laterza, Collana: Economica Laterza, EAN: 9788842087472
  • Eugenio Gazzola, La Madonna Sistina di Raffaello. Storia e destino di un quadro, Quodlibet 2013
  • Claudio Strinati, Raffaello, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2016, EAN: 9788809994218
  • Claudio Strinati, Raffaello. Ediz. a colori, 2016, Scripta Maneant, EAN: 9788895847498

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 2 febbraio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Raffaello Sanzio intitolate:

Le Madonne di Raffaello

Pala degli Oddi 1502-1503

La Pala Colonna 1503 – 1505

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Raffaello Sanzio, Stanza della Segnatura, sul sito dei Musei Vaticani di Città del Vaticano.