Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla

Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla è un dipinto figurativo dell’artista che sperimentò in precedenza il Divisionismo e il Futurismo.

Giacomo Balla, Sinfonia autunnale – Valle Giulia, 1926, olio su tavola, 74 x 99.8 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione di Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla

Un grande spazio alberato è raffigurato nel dipinto di Giacomo Balla. In primo piano corrono dei bassi cespugli mentre in secondo piano si alzano grandi alberi di varie specie. Si notano soprattutto I cipressi di sinistra mentre cielo è completamente coperto da grandi nuvole bianche.

Interpretazioni e simbologia di Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla

Valle Giulia è una zona centrale di Roma che si trova tra Villa Borghese e la collina dei Parioli. È quindi una piccola valle e al suo interno si trova Villa Giulia che è la sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Il nome di questo palazzo deriva da papa Giulio III. La zona inoltre è coperta da una vasta distesa di alberi.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto si trova a Milano esposto presso la Galleria d’Arte Moderna all’interno della collezione Grassi. Tutte le opere della collezione furono donate da Nedda Grassi Mieli nel 1960 al museo.

La storia dell’opera Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla

Giacomo Balla dipinse Sinfonia autunnale – Valle Giulia nel 1926. L’artista era nato nel 1871 e realizzò l’opera quindi in età matura a 45 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Sinfonia autunnale – Valle Giulia di Giacomo Balla

Lo stile di questo paesaggio di Giacomo Balla è figurativo e il paesaggio è dipinto con un taglio realistico. Si tratta infatti di un linguaggio diverso da quelli sperimentati in precedenza da Balla. In un primo tempo l’artista utilizzò la tecnica divisionista quindi fu uno dei protagonisti del Futurismo in pittura.

La tecnica

Il dipinto, di modeste dimensioni, 74 x 98,8 cm, è un olio ad impasto su tavola.

Il colore e l’illuminazione

Prevale sull’opera il colore verde della vegetazione modulato nei toni chiari tendenti al giallo e più scuri con ombre che virano verso il blu.

Lo spazio

Il paesaggio è dominato da alti alberi allineati frontalmente. Dietro la vegetazione si coglie poi la presenza di un’altura che confina con il cielo ingombro di nubi.

La composizione e l’inquadratura

L’opera ha una forma rettangolare e panoramica che valorizza la distesa di alberi che si dispongono omogeneamente e frontalmente nel paesaggio. Inoltre una linea di cespugli corre in basso e crea una base compositiva all’opera.

Articolo correlato

Autoritratto del 1908 (recto) di Umberto Boccioni

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Fabio Benzi, Balla, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2001; 2002, EAN: 9788809019652

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 14 settembre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Giacomo Balla intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Giacomo Balla

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giacomo Balla, Sinfonia autunnale – Valle Giulia, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera