S’avanza di Angelo Morbelli

S’avanza è un’opera divisionista e dal gusto preraffaellita di Angelo Morbelli dipinta nella sua proprietà della Colma presso Rosignano Monferrato.

Angelo Morbelli, S’avanza, 1896, olio su tela, 85 x 85 cm. Verona, Galleria d’Arte Moderna Achille Forti

Indice

Descrizione di S’avanza di Angelo Morbelli

Una figura femminile è al centro del dipinto, adagiata su di poltrona a sdraio. Intorno a lei si apre un ampio paesaggio collinare. La donna è inquadrata di schiena e riposa di fronte alle montagne arrossate dal tramonto. Sull’erba, a destra, giace un libro con le pagine aperte. Inoltre, il braccio della protagonista è abbandonato sul bracciolo a destra. Infine, sulle sue gambe è appoggiato un gran mazzo di fiori. Nel cielo si alza una grande nube che rivela la sagoma di una figura femminile.

Interpretazioni e simbologia di S’avanza di Angelo Morbelli

Il dipinto intitolato S’avanza, di Angelo Morbelli, rappresenta un angolo del giardino presso la proprietà alla Colma, a Rosignano Monferrato.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2022-2023

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto S’avanza di Angelo Morbelli

Angelo Morbelli fu un importante esponente del Divisionismo italiano. Il movimento esordì con la prima Triennale di Milano nel 1891. Sono da ricordare altri importanti divisionisti quali Giovanni Segantini, Giuseppe Pellizza da Volpedo e Gaetano Previati. Le caratteristiche principali dello stile divisionista furono la ricerca sul colore diviso e una semplificazione dei volumi. Angelo Morbelli, dopo una parentesi accademica, aderì alle tematiche veriste, quindi, sociali. Dal 1884 iniziò a sperimentare la divisione del colore con grande rigore scientifico. Inoltre in alcune sue opere si coglie una poetica simbolista. I suoi dipinti più conosciuti hanno come soggetti le mondine e gli anziani del Pio Albergo Trivulzio di Milano. Il formato circolare del dipinto intitolato S’avanza sembra ispirato alle opere dei pittori Preraffaelliti. Infatti tale corrente fu oggetto di molte conversazioni tra Morbelli e Giuseppe Pellizza da Volpedo.

La tecnica

Il dipinto di Angelo Morbelli intitolato S’avanza è realizzato con colori ad olio su tela ed è un dipinto divisionista. I toni puri sono disposti senza impasto ma avvicinati per creare superfici vibranti. Morbelli fece uso di studi dal vero e fotografie.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto presenta tonalità fredde e chiare sullo sfondo e più calde e scure in primo piano. Le montagne lontane sono illuminate da una debole luce rosa che le rende color indaco. Gli abiti chiari della donna, invece, assumono riflessi violetti. Il cielo è azzurro e le nuvole sono illuminate dalla luce del sole che tramonta.

L’atmosfera del dipinto è determinata dal forte contrasto tra la luce crepuscolare e l’ombra del primo piano.

La luce solare proviene dallo sfondo e pone in controluce l’angolo del giardino e la collina.

Approfondisci con le altre opere di Angelo Morbelli intitolate: Giorno di festa al Pio Albergo Trivulzio, Un Natale! Al Pio Albergo Trivulzio, Il Natale dei rimasti, Vecchie Calzette, Per ottanta centesimi!, Il Poema della vecchiaia, Siesta invernale, La sedia vuota, I due inverni, Mi ricordo quand’ero fanciulla, Giorni ultimi, Goethe morente, Tempo di Pioggia, Derelitta, Venduta, Tempi lontani.

Lo spazio

S’avanza di Angelo Morbelli è un dipinto ambientato in un angolo di giardino che si affaccia sul paesaggio. Lo spazio rappresentato è il risultato della successione di piani naturali. Infatti alla donna sdraiata, nel primo piano, si succede il parapetto di sinistra, la collina e infine, le montagna. La profondità è, infine, percepita grazie agli indicatori spaziali di sovrapposizione e dimensione. Anche la prospettiva aerea contribuisce alla resa della lontananza.

La composizione e l’inquadratura

S’avanza è di formato circolare. La sua inquadratura particolare permette di valorizzare il soggetto principale ma non sacrifica l’estensione del paesaggio. Al centro del dipinto si trova la donna sdraiata. Intorno ad essa è presente uno sfondo che mette in evidenza la sua figura più chiara. Inoltre, la metà superiore è occupata interamente dal cielo violetto, quella inferiore dal paesaggio in controluce.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Angelo Morbelli, S’avanza, sul sito della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti di Verona.