Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya

Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya è uno dei molti ritratti che l’artista realizzò per la famiglia aristocratica.

Francisco Goya, Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga, 1797 o 1800 ca., olio su tela, 220 x 140 cm. Firenze, Galleria degli Uffizi

Indice

Descrizione del Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya

Nel dipinto la giovane è raffigurata in piedi contro uno sfondo scuro e indefinito. María Luisa de Borbón y Vallabriga indossa un elegante abito in stile impero in garza di seta bianca. L’abito è stretto in vita da una cintura alta a forma di nastro fermata con un fiocco sotto il seno. Si vedono in essa i simboli di un ordine nobiliare concesso direttamente dal re di Spagna. I capelli sono decorati con dei fiori di lilla e con un velo trasparente che arriva fino ai piedi. Ai polsi la giovane nobile porta due bracciali con piccoli ritratti. La giovane mostra un’espressione severa e molto riservata che lascia trasparire probabilmente la sua educazione religiosa avvenuta in un convento spagnolo.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya

Il dipinto di Francisco Goya ritrae la contessa Maria Luisa di Borbone Vallabriga nata nel 1780 e morta nel 1846. La contessa era figlia del Cardinale Luigi Antonio di Borbone di Spagna arcivescovo di Toledo e Siviglia e Conte di conte di Chinchón. L’arcivescovo rinunciò al porporato e sposò in nozze morganatiche Maria Teresa di Villa Briga e Rozas. Invece il nonno di Maria Luisa era Filippo V di Spagna e lo zio Carlo III di Spagna. La sorella maggiore di Maria Luisa era Maria Teresa di Borbone Vallabriga.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Francisco Goya si trova alla Galleria degli Uffizi di Firenze. Goya ritrasse Maria Teresa di Borbone in un celebre dipinto che si trova al museo del Prado di Madrid. Probabilmente i dipinti delle due sorelle erano presentati insieme. Il ritratto di Maria Luisa di Borbone giunse nella collezione famiglia Ruspoli nel 1904. L’opera poi entrò a far parte della collezione della Galleria degli Uffizi di Firenze nel 1974.

La storia del Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya

Goya giunse nella residenza di Don Luigi Antonio di Borbone nel 1783. Nel Palazzo Boadilla del Monte ad Arena di San Pedro l’artista fu incaricato di ritrarre la famiglia del nobile. Il ritratto esposto agli Uffizi però fu dipinto probabilmente tempo dopo. Gli storici infatti sottolineano che la contessa nel 1783 doveva apparire molto più giovane. Gaya Nuño una storica dell’arte propose di datare il dipinto al 1800. A questa data infatti fu tratta la sorella di Maria Luisa Maria Teresa di Borbone. Lo testimonia una lettera ricevuta da Goya. Invece la storica Rita De Angelis data l’opera al 1797 anno in cui la contessa Maria Luisa di Borbone Vallabriga si sposò.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga di Francisco Goya

Goya anticipò alcune caratteristiche di correnti successive. Inoltre le sue pennellate vaporose in alcuni casi anticipano la pittura Impressionista. Le sue opere presentano soggetti popolari che anticipano il Realismo. In altri casi le visioni fantastiche come nel Sabba delle streghe si ritroveranno nelle opere Romantiche.

La tecnica

Il Ritratto di Maria Luisa di Borbone è un olio su tela di 220 x 140 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il ritratto realizzato da Goya presenta una tonalità quasi monocroma. Infatti lo sfondo è completamente scuro mentre la figura è resa con toni di rosa e ocra.

Lo spazio

Nel Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga non compaiono dettagli dello sfondo in ombra.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto è di forma rettangolare e sviluppo verticale. L’inquadratura inoltre pone al centro del dipinto la figura stante della giovane. Intorno ad essa la porzione di sfondo scuro mette in evidenza il ritratto senza offrire occasioni di distrazione.

Articolo correlato

Ritratto di donna di Rosalba Carriera

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Giuliano Serafini, Goya. Ediz. illustrata, Giunti Editore, Collana: Vita d’artista, 2004, EAN: 9788809034297
  • Maurizia Tazartes, Goya, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2017, EAN: 9788809991545

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 novembre 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Francisco Goya intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Francisco Goya

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Francisco Goya, Ritratto di María Luisa de Borbón y Vallabriga, sul sito del Galleria degli Uffizi di Firenze.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.