Ritratto d’uomo di Domenico Morelli

Ritratto d’uomo di Domenico Morelli è un ritratto realizzato dall’artista quando esercitava già la sua attività di docente presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Domenico Morelli, Ritratto d’uomo, 1870, olio su tela, 47.5 x 38 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del Ritratto d’uomo di Domenico Morelli

Nel dipinto di Domenico Morelli è raffigurato un uomo di mezz’età dalla folta barba tagliata con foggia ottocentesca. Infatti tre grossi lembi di barba scendono in basso dal contorno inferiore del viso dell’uomo. In alto invece i capelli sono radi e la fronte molto alta.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto d’uomo di Domenico Morelli

Domenico Morelli fu un artista di figura che inizialmente si formò presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli dipingendo opere dal carattere romantico.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Morelli si trova la Galleria d’Arte Moderna di Milano inserito nella collezione Grassi giunta al museo in seguito ad donazione di Nedda Grassi Mieli nel 1960.

La storia del Ritratto d’uomo di Domenico Morelli

L’opera è del 1870 e risale agli anni nei quali l’artista era docente presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Morelli, nato nel 1823, era ormai un affermato pittore di 47 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto d’uomo di Domenico Morelli

Le prime opere di Domenico Morelli realizzate durante gli anni di studio presso l’Accademia di Belle Arti Napoli presentano influssi medievali e romantici. In seguito Morelli si avvicinò alle sperimentazioni dei Macchiaioli e quindi divenne un pittore realista. Secondo alcuni critici i suoi dipinti si avvicinano alle opere veriste e tardo romantiche insieme a modelli che guardano al Seicento napoletano. Inoltre il suo è stato definito un realismo visionario.

La tecnica

Il ritratto è dipinto su una piccola tela di 47,5 x 38 cm con impasto di colori ad olio.

Il colore e l’illuminazione

L’opera presenta una tonalità scura sullo sfondo e sull’abito del personaggio e toni più caldi brillanti sul volto. Inoltre l’illuminazione è quasi del tutto assente se non sul viso del personaggio.

Lo spazio

Il ritratto si staglia direttamente contro uno sfondo scuro e privo di dettagli.

La composizione e l’inquadratura

Domenico Morelli realizzò il dipinto su una tela rettangolare e con inquadratura verticale che solitamente è riservata al genere del ritratto. Infatti l’immagine del personaggio, leggermente ruotata verso destra è centrata all’incrocio delle diagonali dell’opera.

Articolo correlato

Monelli di strada di Filippo Palizzi

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Antonio Aprelino, Domenico Morelli. Salve Regina!, Rubbettino, 2009, EAN: 9788849825701

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 8 agosto 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Domenico Morelli intitolate:

  • Ritratto d’uomo

Leggi La vita e tutte le opere di Domenico Morelli

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Domenico Morelli, Ritratto d’uomo, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera