Paesaggio di Arturo Tosi

Paesaggio di Arturo Tosi è un’opera conservata presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano realizzata con grandi e veloci pennellate che descrivono una veloce visione d’insieme.

Arturo Tosi, Paesaggio, 1908, olio su tavola 42.5 x 58.9 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del Paesaggio di Arturo Tosi

Questo dipinto di Arturo Tosi presenta una impressione visiva al limite del comprensibile. Si individua comunque una vasta distesa in primo piano quindi una fila di alberi e delle colline seguite da una linea di montagne. Il cielo è ingombro di nuvole.

Interpretazioni e simbologia del Paesaggio di Arturo Tosi

Il paesaggio fu il tema principale della pittura del secondo Ottocento e del primo Novecento. Infatti la natura e il taglio panoramico permisero ad ogni artista di sperimentare col proprio stile un particolare equilibrio compositivo e cromatico.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La tela di Arturo Tosi si trova alla Galleria d’Arte Moderna di Milano all’interno della collezione Grassi. Giunse presso il museo lombardo grazie alla donazione di Nedda Grassi Mieli del 1960.

La storia del Paesaggio di Arturo Tosi

L’opera risale al 1908. Tosi nato nel 1871 la realizzò all’età di 37 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Paesaggio di Arturo Tosi

L’immagine è costruita con pennellate ampie e difformi che costruiscono le varie parti del dipinto con un taglio veloce e sintetico. Inoltre i diversi interventi di colore ad olio dell’artista non creano dettagli ma suggeriscono in modo veloce e tramite impressioni visiva la scena osservata.

La tecnica

Il paesaggio di Arturo Tosi è un olio ad impasto su una tavola di piccole dimensioni, 42,5 x 58,9 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto di Tosi è giocato su due diverse tonalità di verde e blu che vanno dallo scuro delle montagne al chiaro del cielo. Al centro è inoltre presente un impasto di colori più caldi che varia dall’ocra giallo al bruno. In cielo le nuvole sono dipinte infine con colori grigi e chiari.

Lo spazio

Il paesaggio si distende come la pianura e le colline lontane. In alto la grande massa delle nuvole dà importanza alla superficie riservata al cielo.

La composizione e l’inquadratura

L’immagine creata da Arturo Tosi è un paesaggio di forma rettangolare sviluppato in orizzontale. Le varie parti dell’opera si dispongono su fasce sovrapposte verso l’alto. In basso si dispiega la pianura quindi al centro ondeggiano le colline e le montagne e infine in alto il cielo si apre con le nubi che lo attraversano.

Articolo correlato

Alberi e costruzioni di Armando Spadini

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • L. Caramel, C. Gianferrari, Arturo Tosi. Natura ed emozione, Skira, Collana: Arte moderna. Cataloghi, 1999; 2002, EAN: 9788881185429
  • Elena Pontiggia, Monica Vinardi, Arturo Tosi e il Novecento. Lettere dall’archivio dell’artista, Sillabe, 2018, EAN: 9788883479960

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 23 agosto 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Arturo Tosi intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Arturo Tosi

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Arturo Tosi, Paesaggio, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera