Madre e figlio di Pablo Picasso

Madre e figlio di Pablo Picasso è un’opera mutila perché inizialmente prevedeva la figura di un uomo sdraiato sulla spiaggia a sinistra.

Pablo Picasso, Madre e figlio, 1921, olio su tela, 142,9 x 172,7 cm. Chicago, Art Institute

Indice

Descrizione del dipinto Madre e figlio di Pablo Picasso

Nel dipinto di Pablo Picasso intitolato Madre e figlio una donna tiene tra le gambe un bambino nudo. La madre siede a terra sulla destra ed è rivolta di profilo verso l’osservatore. Indossa una veste bianca che pare una tunica classica. I suoi lunghi capelli scuri inoltre sono riuniti sulla nuca e scendono dietro la schiena. Il bambino invece siede tra le gambe della madre e gioca tenendo stretto il piede con la mano sinistra. Il suo braccio destro inoltre è rivolto verso il viso della donna. Sullo sfondo infine è rappresentato un ambiente mediterraneo mentre il suolo è un semplice piano di color marrone.

Interpretazioni e simbologia di Madre e figlio di Pablo Picasso

Il dipinto intitolato Madre e figlio probabilmente fa riferimento a un fatto importante della vita di Pablo Picasso. Nel 1918 l’artista infatti sposò la ballerina russa Olga Khokhlova. Dopo tre anni, nel 1921, poi nacque il loro figlio Paolo. Non fu un caso quindi che tra il 1921 e il 1923 Picasso realizzò più di più di dodici opere dedicate al tema della maternità.

Lo sfondo mediterraneo dell’opera diventa così simbolico e universale poiché rappresenta terra, mare e cielo. Inizialmente Pablo Picasso dipinse la figura di un uomo seduto sulla spiaggia a sinistra. Il probabile il padre inoltre teneva un pesce in bilico sopra il viso del bambino.

Non si conosce esattamente il motivo del taglio della tela da parte di Picasso. Qualche critico ha avanzato l’idea che l’artista in quel momento si sentisse lontano dalla moglie. Un’altra ipotesi è che in origine Picasso fece riferimento al mito greco di Perseo e Danae che prevede la presenza di un pesce.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Madre e figlio di Pablo Picasso è esposto presso il Chicago Art Institute. La Maymat Corporation donò opera alla prestigiosa galleria statunitense.

La storia dell’opera Madre e figlio di Pablo Picasso

Pablo Picasso nel 1917 giunse a Roma su richiesta di Sergei Diaghilev impresario dei famosi Balletti russi. L’artista era infatti incaricato di progettare le scene del balletto e disegnarne i costumi. Picasso a Roma fu colpito dalle sculture di epoca classica e dell’arte rinascimentale. Questo lo spinse a dipingere figure monumentali e solide ritornando a volumi definiti superando le ricerche cubiste.

Inizialmente Pablo Picasso dipinse sulla sinistra anche la figura di un uomo. La figura maschile seduta sulla spiaggia però in qualche modo disturbò l’artista e quindi venne eliminata. Pablo Picasso tagliò così la tela. L’artista coprì poi la parte rimanente dell’uomo con lo sfondo. Se si considera la figura del padre si comprende meglio l’atteggiamento del bambino. Infatti in seguito ad un esame radiografico si scoprì che il padre teneva un pesce penzolante sopra la testa del piccolo. Ora il figlio sembra guardare verso la madre mentre in realtà era attratto dal pesce che si trovava sopra di lui.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Madre e figlio di Pablo Picasso

Durante il suo periodo romano Picasso abbandonò momentaneamente lo stile cubista che aveva guidato le sue ricerche a partire dai primi anni del Novecento. A contatto con le antichità romane e con l’arte rinascimentale l’artista si avvicinò anche alle opere neoclassiche. In questo dipinto si colgono influenze da opere quali l’odalisca di Jean-Auguste-Dominique Ingres e da un nudo femminile di Pierre-Auguste Renoir.

Il tema della maternità fu un ritorno al suo periodo blu nel quale si trovano opere dedicate alla famiglia e al rapporto madre figlio. I dipinti di questo periodo però presentano un’atmosfera triste e angosciosa. L’opera del 1921 e le altre dello stesso periodo suggeriscono invece una maternità felice che diventa icona universale. Infatti le figure tornano a presentare proporzioni quasi reali. Il loro aspetto è monumentale e assume un valore tattile. Infine Picasso influenzato probabilmente della statuaria classica modellò i corpi e il tessuto della tunica con la stessa materia solida e scultorea.

La tecnica

Madre e figlio di Pablo Picasso è un olio ad impasto su tela di 142,9 x 172,7 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto di Pablo Picasso intitolato Madre e figlio è in equilibrio tra toni caldi e toni freddi. Infatti sono presenti solo due principali colori, il grigio freddo della tunica e dello sfondo in contrasto con l’incarnato del bambino e della donna e la sabbia dai toni accesi e tendenti all’ocra rossa. La luce proviene dall’alto e da sinistra. L’illuminazione infine modella il corpo dei personaggi in modo volumetrico e quasi monumentale.

Lo spazio

La scena rappresentata da Pablo Picasso si svolge in un ambiente spoglio e privo di riferimenti ambientali. Il suolo è un piano privo di ombre. Anche lo sfondo è rappresentato da due piani sovrapposti verticalmente e bidimensionali. La figura della madre infatti si staglia netta contro il grigio.

La composizione e l’inquadratura

Madre e figlio è un dipinto rettangolare orientato leggermente in orizzontale. L’inquadratura risultante dal taglio della tela racchiude la figura della madre che arriva quasi ai bordi del dipinto. Madre e figlio Inoltre rientrano in una forma compositiva triangolare che occupa la zona destra del dipinto. Infatti è possibile suddividere quasi perfettamente l’opera in due triangoli separati dalla diagonale che scende da destra in alto. Infine la figura del piccolo e il volto della madre si appoggiano su questa linea e la composizione si può definire obliqua.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gertrude Stein, Picasso, Adelphi, Collana: Piccola biblioteca Adelphi Edizione: 10 Anno edizione, 1973, EAN: 9788845901614
  • Bruno Mantura, Picasso. Da Guernica a Massacro in Corea. Ediz. illustrata, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art Anno, edizione: 2000, EAN: 9788809762831
  • Giorgio Cortenova, Pablo Picasso. La vita e l’opera, Mondadori Electa, Collana: Illustrati. Arte, 2001, EAN: 9788804494287
  • Pablo Picasso, Abscondita, Collana: Mnemosyne, 2015, EAN: 9788884164209
  • Françoise Gilot, Carlton Lake, La mia vita con Picasso, Donzelli, Collana: Mele Anno, 2016, EAN: 9788868434328
  • Maurizia Tazartes, Francesca Toso, Picasso. Ediz. a colori, Skira, Collana: Skira Masters, 2017, EAN: 9788857234878
  • Olivier Widmaier-Picasso, Picasso. Ritratto intimo. Ediz. a colori, Jaca Book, 2018, EAN: 9788816605671

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 22 settembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Pablo Picasso intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Pablo Picasso, Madre e figlio, sul sito dell’Art Institute di Chicago.