Il neonato di Georges de la Tour

Il neonato (Le nouveau-né) di Georges de la Tour raffigura una scena molto intima dedicata alla maternità ispirata alle atmosfere di Caravaggio.

Georges de la Tour, Il neonato (Le nouveau-né), 1645 ca, olio su tela, cm 76 x 91. Rennes, Musée des Beaux-Arts

Descrizione

Nel buio di una stanza una donna tiene in braccio un neonato. La giovane indossa un ampio abito rosso ed è seduta frontalmente al piano del dipinto. China il viso verso il piccolo addormentato che tiene tra le braccia. Il neonato ha gli occhi chiusi. Il corpo e la nuca sono avvolti da un panno bianco. Sulla sinistra un’altra donna illumina la scena. Infatti, con la mano sinistra regge una candela schermata con la mano destra. Il suo viso è raffigurato di profilo e lo sguardo è rivolto verso la giovane. Lo sfondo è privo di dettagli perché completamente in ombra.

Interpretazioni e simbologia

La scena raffigurata nel dipinto Il Neonato di Georges de la Tour ricorda una maternità. La giovane che regge il neonato potrebbe, infatti, rappresentare Maria con in braccio Gesù. Anche la struttura piramidale della sua figura ricorda le Madonne del Rinascimento. La donna raffigurata nel dipinto è, forse, Sant’Anna, la madre di Maria.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: Con scienza e religione la natura perde la sua innocenza.

Lo stile del dipinto Il neonato di Georges de la Tour

Il neonato di Georges de La Tour si ispira alla pittura di Caravaggio, molto apprezzata da artisti e committenti del nord Europa. I corpi sono realizzati con volumi regolari e morbidamente modellati.

La tecnica

Il dipinto di Georges de la Tour intitolato Il neonato fu realizzato con colore ad olio. I colori risultano stesi accuratamente sulla superficie della tela.

Approfondisci con le altre opere di Georges de la Tour intitolate: Maddalena Penitente.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto è dominato dal colore scuro dello sfondo. Inoltre, le tonalità dell’opera sono calde. Brillano l’arancio ocra della veste della donna e l’ocra giallo dell’incarnato delle due donne.

Il bianco ottico della veste e il tessuto bianco che ricopre il neonato sulla testa e sulle spalle creano un forte contrasto con lo sfondo. Inoltre, anche la figura della madre e il profilo della donna di sinistra sono ritagliati contro il nero del fondo.

La luce proviene dal centro, dalla candela coperta dalla mano della donna di sinistra in controluce. Il chiaroscuro nasce da un profondo contrasto tra le parti illuminate e le ombre scure. I volumi sono, quindi, molto accentuati.

Lo spazio

Le due donne sono dipinte all’interno di uno spazio chiuso e buio. La profondità della scena è, quindi, limitata allo spazio occupato dalle figure in primo piano.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di George de la Tour ha un formato rettangolare che si avvicina al quadrato. Nella parte superiore dell’immagine vi sono i volti delle due donne. La fascia inferiore, invece, è destinata al neonato dormiente.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Georges de la Tour, Il neonato (Le nouveau-né), sul sito del Musée des Beaux-Arts di Rennes.