Donna con chitarra di Georges Braque. Frammenti di immagini schiacciati sulla tela

In Donna con chitarra, Georges Braque compie un’azione cubista di analisi visiva. I soggetti sono difficilmente identificabili sul piano bidimensionale.

Georges Braque, Donna con chitarra, 1913, carboncino e olio su tela cm 73 x 130. Parigi, Centre Pompidou

Donna con chitarra è un dipinto cubista di Georges Braque che aderisce alla visione frammentata del reale proposta da Pablo Picasso

L’opera è, infatti, difficilmente comprensibile se non attraverso un’attenta lettura, con l’intento di riconoscere il soggetto dichiarato nel titolo. Non è presente il chiaroscuro e nemmeno prospettive, di qualsiasi natura. Alcun indicatore spaziale aiuta a comprendere realisticamente una figura. Sappiamo che si tratta di una donna con la chitarra. Si possono intravedere, solamente, delle sagome dai diversi toni e chiarezze. Infatti, la superficie del dipinto è praticamente monocromatica, sul bruno, grigio e nero.

Le forme che si intravedono in Donna con chitarra di Georges Braque sono definite da sagome appiattite. Si possono identificare le braccia della donna, in nero. I fianchi della chitarra in basso e le corde. Una mano in basso. La superficie dipinta è integrata con ritagli di giornale. Questi elementi deperibili e poveri creano un rimando alla realtà contemporanea e alla provvisorietà della materia artistica. Non esiste quindi una lettura tridimensionale dello spazio come non esiste senso di profondità. Il volto della ragazza è rappresentato da due piani incollati uno sull’altro di forma geometrica.

Donna con chitarra di George Braque descrive il processo di osservazione dell’artista

Fu Picasso, con Les Demoiselles d’Avignon del 1907 a dare il via alla poetica cubista. Infatti, questa tendenza artistica non si può definire un vero e proprio movimento. È, piuttosto, una propensione del suo creatore. Braque accolse questa provocazione perché anche lui interessato alla sintesi formale delle sculture centro africane. Tradizionalmente si fa riferimento alla pittura di Paul Cézanne per trovare una radice occidentale al cubismo. Nei suoi dipinti, Paul Cézanne, proponeva una sintesi geometrica delle forme reali. Questa sintesi rimaneva però, legata alla rappresentazione istantanea di una scena reale. Braque, come Picasso, aggiunse il movimento spaziale che permetteva la visione di un oggetto, richiamando la quarta dimensione temporale. Per fare questo, come in Donna con chitarra, i frammenti delle osservazioni vengono assemblati e schiacciati sulla tela.

Consulta la pagina del dipinto di Georges Braque, Donna con chitarra, sul sito del Centre Pompidou di Parigi.