Genio che custodisce il segreto della tomba di Charles René de Saint-Marceaux

Genio che custodisce il segreto della tomba di Charles René de Saint-Marceaux

Charles René de Saint-Marceaux, Genio che custodisce il segreto della tomba, 1879, statua in marmo 16,8 x 95 x 11,9 cm. Parigi, museé d’Orsay

Scheda in preparazione. Richiedi la pubblicazione dell’Analisi di quest’opera con una e-mail a: redazione@analisidellopera.it Troverai l’analisi sul sito. Non inviamo file di contenuto attraverso e-mail. Tieni conto che l’analisi dell’opera richiede qualche giorno, quindi non sarà pubblicata nel momento della richiesta.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Articolo correlato

Cassandra di Max Klinger

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • La pittura al Museo d’Orsay. Testi di Michel Laclotte, Geneviève Lacambre, Anne Distel, Claire Frèches-Thory, Marc Bascou. Premessa di Françoise Cachin, Scala, 1995 EAN: 2560460022700
  • Simona Bartolena, Parigi Musèe d’Orsay, Il Sole 24 Ore, 2005, EAN: 2570140011214
  • Musee d’Orsay – La Guida delle Collezioni, RMN, 2006, EAN: 2570140229985

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 30 agosto 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Charles René de Saint-Marceaux intitolate:

  • Genio che custodisce il segreto della tomba

Leggi La vita e tutte le opere di Charles René de Saint-Marceaux

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Charles René de Saint-Marceaux, Genio che custodisce il segreto della tomba, sul sito del musée d’Orsay di Parigi.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content