Game Changer di Banksy

Game Changer di Banksy è un’opera dipinta dal misterioso street painter per ringraziare gli operatori sanitari britannici in occasione della lotta contro la pandemia di Covid-19 del 2020.

Banksy, Game Changer, 2020, dipinto su tela, misure?. Collezione privata

Indice

Descrizione di Game Changer di Banksy

Un bambino in ginocchio, raffigurato di profilo, porta in alto un pupazzo che raffigura un’infermiera in divisa. Sul petto dell’infermiera si trova una croce, il simbolo della Croce Rossa internazionale. A destra, all’interno di un cestino dei rifiuti sono buttati invece i due pupazzi che raffigurano Batman e Spiderman.

Banksy con Game Changer ha realizzato un omaggio agli operatori sanitari britannici. Infatti molti di loro oltre ad aver speso molte energie per curare i pazienti affetti da Covid-19 hanno perso la vita contagiandosi a loro volta. Il titolo Game Changer si può tradurre in italiano come La svolta. L’opera è stata anche intitolata Painting for Saints.

Il bambino che a prima vista appare come il soggetto principale dell’opera è in realtà una base figurativa per elevare l’immagine dell’infermiera. Infatti lo sguardo del piccolo che è rivolto verso il pupazzo funziona come un invito all’osservatore a guardare in tale direzione. Inoltre il suo braccio eleva la figura dell’infermiera e quindi si propone come un gesto di promozione morale nei confronti dell’operatrice. La posizione quindi diventa simbolica di statura morale e sacrificio sociale.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Game Changer, come le altre opere dello street painter Banksy, è apparso improvvisamente su una parete del Southampton General Hospital, nel sud dell’Inghilterra. La notizia è stata divulgata il 6 maggio del 2020 durante la prima tragica ondata della pandemia. In realtà è stato l’artista ad inviare il dipinto all’amministrazione dell’ospedale. L’immagine era accompagnata dalla scritta che tradotta in italiano è: “Grazie per tutto quello che stai facendo. Spero che questo renda un po’ più luminoso il posto, anche se è solo bianco e nero“. L’artista ha spedito l’opera all’ospedale per ringraziare gli operatori.

Dopo la vendita all’asta del dipinto, all’interno dell’ospedale sarà visibile una riproduzione dell’opera.

L’artista e la società. La storia dell’opera Game Changer di Banksy

Banksy nel marzo del 2021 ha messo a disposizione Game Changer per la vendita all’asta in occasione del primo anniversario del lockdown nazionale introdotto nel Regno Unito il 23 marzo 2020.

L’asta è stata combattuta in particolare da due acquirenti. Il vincitore era rappresentato dalla sales room di Londra mentre il contendente era in collegamento dalle British Virgin Island. I rialzi sono stati di 100mila sterline. Game Changer di Banksy ha raggiunto la quotazione di 16,75 milioni di sterline (19,4 milioni di euro) battuto in asta da Christie’s. La base di partenza era di 2,5 milioni di sterline.

Gran parte del ricavato è andato in beneficenza in favore degli operatori del servizio sanitario pubblico britannico (Nhs). Il Southampton Hospitals Charity si è occupato così di sostenere i progetti di beneficenza a favore degli operatori sanitari britannici.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Game Changer di Banksy

Banksy ha dipinto a mano l’opera con uno stile realistico, diverso dalle solite immagini a stencil che hanno reso famosi gli interventi dell’artista. Le figure infatti sono ben definite e curate nei particolari.

Le forme sono poi realizzate con tratti veloci di pennello di colore nero e solo la croce dell’infermiera è di coloro rosso. Sebbene lo stile di Banksy sia unico, nell’interpretazione del bambino e nella scena si colgono alcune somiglianze con i personaggi dipinti dall’illustratore americano Norman Rockwell.

La struttura del dipinto è organizzata su linee di composizione oblique come la posizione del busto del bambino. Inoltre dal suo sguardo parte una direttrice obliqua che sale verso la figura dell’infermiera. In basso a destra, infine è collocato il cestino con i due giochi.

La disposizione delle figure principali è suddivisa sulle due metà dell’immagine. La destra è occupata dal piccolo che gioca mentre a sinistra sono disposti i giochi. Infine la dinamicità della scena è affidata alla figura dell’infermiera che sale verso l’alto.

Articolo correlato

Arte e dissenso politico

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Karin Cruciata, L’arte di Banksy: una critica al “sistema” contemporaneo, 2014, ISBN 605-03-0544-7
  • Will Ellsworth-Jones, L’uomo oltre il muro, L’Ippocampo, 2014
  • Letizia Francesca Gilardino, Banksy: un comunicatore sociale, Università degli studi di Torino, 2010
  • Claudio Saracino, La semiotica nell’arte contemporanea. Banksy, Università per Stranieri di Siena
  • Marco Horak, Follie e paradossi del mercato dell’arte: i casi Banksy e Belamy, in “Panorama Musei”, anno XXIV, n.1, aprile 2019.

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 28 marzo 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Banksy intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Banksy

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Banksy, Game Changer, sul profilo Instagram e sul sito ufficiale di Banksy.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.