Crispino e Scapino di Honoré Daumier

La commedia dell’arte francese è il soggetto del dipinto di Honoré Daumier intitolato Crispino e Scapino. Il maestro riesce a rendere il tono dell’opera di Molière attraverso una sola immagine molto eloquente.

Honoré Daumier, Crispino e Scapino (Crispin et Scapin), 1864 ca., olio su tela, 61 x 83 cm. Parigi, Musée d’Orsay

Descrizione. Crispino e Scapino su un palco dell’ottocento

Scapino è un personaggio della commedia dell’arte francese inventato da Molière nel 1671 con la commedia “Le furberie di Scapino”. Il servo scaltro somiglia ad alcune maschere italiane e in particolare a Brighella. Il suo nome deriva infatti da “Scappino” e indica la predisposizione alla fuga in situazioni complicate.

I due attori rappresentati nel dipinto interpretano un’azione che racconta molto della commedia. Infatti si tratta di intrighi amorosi che Scapino intesse per i suoi due giovani padroni.

I Committenti e la storia espositiva

Nel 1878 fu esposta con il titolo di Scapin (Scapino). Prese il nome attuale quando passò nella collezione Rouart. Crispino e Scapino fu sicuramente di proprietà della collezione Daubigny e in seguito della collezione di Henri Rouart. Nel 1912 fu donato ai Musei nazionali dai figli di Henri Rouart insieme alla Société des Amis du Louvre. L’opera passò quindi al Museo del Louvre e poi dal 1986 assegnata al Museo d’Orsay.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Crispino e Scapino di Honoré Daumier

Crispino e Scapino è un dipinto realizzato con uno stile caricaturale e veloce come tipico nelle opere di Honoré Daumier. Infatti i contorni sono rimarcati dall’uso di linee scure che circoscrivono campiture di colore. In questo caso l’illuminazione ricrea l’atmosfera del palcoscenico. La luce radente, poi, illumina i corpi e i volti dei personaggi immersi nella penombra della scena. Lo spazio è quello teatrale e dietro alle due maschere si intravede una scenografia dipinta.

Approfondimenti

Honoré Daumier non dipinse solo scene di genere o vignette satiriche per quotidiani e giornali. Il maestro infatti fu un importante esponente del Realismo insieme a Millet e Courbet. Il suo impegno fu indirizzato nel denunciare le difficili condizioni di vita e di lavoro del proletariato urbano del Secondo Impero. Di Honoré Daumier sono famosi i dipinti intitolati Vagone di Terza Classe e La Lavandaia.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Honoré Daumier, Crispino e Scapino (Crispin et Scapin), sul sito del Musée d’Orsay di Parigi.

Una risposta a “Crispino e Scapino di Honoré Daumier”

I commenti sono chiusi.