La cattedrale di Chartres di Jean-Baptiste Camille Corot

L’opera intitolata La cattedrale di Chartres fu dipinta nel 1930 Jean-Baptiste Camille Corot ma rimase in sospeso fino al 1872. Infatti dopo molti anni il maestro la ritoccò per rimediare ad un problema di proporzioni tra le diverse figure del paesaggio.

Jean-Baptiste Camille Corot, La cattedrale di Chartres (La Cathédrale de Chartres), 1830 ripreso nel 1872, olio su tela, 64×51.5 cm. Parigi, Museo del Louvre

Descrizione. La cattedrale di Chartres sotto il cielo nuvoloso della primavera francese

La cattedrale di Chartres è raffigurata inquadrando la facciata e la parte esposta a sud. Sono visibili il portale a tre ingressi e il rosone in alto al centro. Ai lati sono rappresentate le due torri gotiche asimmetriche. La massa della cattedrale è parzialmente coperta da un cumulo si terra in primo piano. Sul terreno la vegetazione ha già radicato e si notano ciuffi di erba al sommo e sui fianchi. Alla base sono disposti alcuni massi sagomati accanto ai quali staziona una donna. A sinistra un uomo è seduto su una grossa pietra mentre verso il fondo si nota una carrozza che transita.

Ai piedi della Cattedrale di Chartres è costruito un palazzo moderno e dietro di esso spuntano i tetti di semplici abitazioni. Sui cumuli di terreno in primo piano crescono anche giovani alberi mossi dal vento. I loro rami ondeggiano e le foglie argentate brillano tra il fogliame. Il cielo è ingombro di nubi bianche che riflettono la luce la diffondono sul paesaggio.

Interpretazioni e simbologia

Il paesaggio che accoglie la Cattedrale di Chartres è raccontato con una interpretazione romantica. Infatti la scena integra armonicamente figure umane e natura. Secondo alcune interpretazioni storiche Corot nei suoi paesaggi non inserì le architetture per soli motivi artistici. Infatti era nei suoi interessi armonizzare civiltà e natura, considerate come una unità estetica e filosofica (Argan). Quindi, per sottolineare questa concezione poetica dipinse uno spazio unitario ed in equilibrio tra Cattedrale e paesaggio.

I Committenti e la storia espositiva

Il dipinto La cattedrale di Chartres fu realizzato durante la fuga di Corot da Parigi in seguito alla Rivoluzione nel 1830. L’artista era tornato da poco dal viaggio in Italia. L’opera fu poi donata al Museo del Louvre da Étienne Moreau-Nélaton nel 1906.

Lo stile del dipinto La cattedrale di Chartres di Jean-Baptiste Camille Corot

L’edificio della cattedrale di Chartres è rappresentato con grande precisione e nitidezza delle forme. Le influenze della pittura romantica si colgono nel soggetto in stile gotico. Infatti fu questo periodo storico ad essere fonte di ispirazione per gli artisti romantici. Altri paesaggi dipinti da Corot furono Souvenir de Coubron e Souvenir de Mortefontaine.

Il colore e l’illuminazione

La Catedrale di Chartres fu dipinto poco dopo il viaggio in Italia di Corot. I suoi ricordi della luce mediterranea influenzarono così la luce del dipinto.

Lo spazio

La strada nel primo piano è seguita dal cumulo di terreno che apparentemente non è giustificato nella composizione del dipinto. Infatti fu individuato già da Corot stesso un problema nella disposizione dello spazio. Le due figure umane in primo piano sono due importanti indicatori di dimensione. Infatti il bambino seduto e la donna contribuiscono a chiarire le dimensioni delle varie parti dell’opera. Inoltre definiscono un metro di misura per la profondità del paesaggio.

La Composizione e l’inquadratura

Nel dipinto dedicato alla Cattedrale di Chartres l’inquadratura è ben studiata e articolata intorno alla forma dell’edificio. Infatti al centro delle diagonali si trova la facciata della Cattedrale. Nonostante questa centralità la struttura non incombe sul paesaggio perché rappresentata in lontananza. Inoltre è integrata con le linee dell’ambiente e soprattutto in dialogo formale e compositivo con il cumulo di terreno. Le due torri poi vengono riprese specularmente nella verticale degli alberelli a destra. Dopo molti anni Camille Corot ritoccò il dipinto aggiungendo la piccola figura del bambino a sinistra. Questa modifica fu necessaria secondo lo stesso artista per ovviare ad una certa sproporzione della composizione.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Jean-Baptiste Camille Corot, La cattedrale di Chartres (La Cathédrale de Chartres), sul sito del Museo del Louvre di Parigi.