Il ritratto del cardinale Alderano Cybo di Carlo Maratta

Si colgono influenze di Raffaello ne Il ritratto del cardinale Alderano Cybo di Carlo Maratta. L’artista fu artefice di una pittura tra Seicento e Settecento che rappresenta una reazione personale al Barocco.

Carlo Maratta, Il ritratto del cardinale Alderano Cybo, 1687. Marsiglia, Musée des Beaux-Arts

Descrizione. Un ritratto in equilibrio tra classicismo e barocco

Il cardinale Alderano Cybo-Malaspina nacque a Genova il 16 luglio 1613. Fu poi nominato cardinale da papa Innocenzo X. Morì il 22 luglio 1700 a Roma. Il ritratto di Carlo Maratta ritrae il cardinale in piedi, di fronte ad un tavolo o ad un mobile di pregio. Sul piano vi sono alcune lettere tenute insieme da un nastrino di tessuto. Verso destra, poi, si intravede uno scrigno in metallo e la campanella. Il cardinale è rivolto a destra, indossa la mozzetta rossa e un berretto. Tra le mani, inoltre, stringe alcuni fogli che paiono essere stati estratti da una busta tra quelle raccolte nel pacco. Infine, sotto la mozzetta il cardinale Alderano Cybo-Malaspina indossa un abito talare con inserti in merletto.

Il viso del personaggio è rivolto in centro e rappresentato di tre quarti con lo sguardo puntato dritto verso l’osservatore. La sua espressione è seria, intelligente e, nello stesso, bonaria. Il volto è paffuto e il labbro superiore è coperto da due baffi sottili e grigi. Sotto il labbro inferiore, invece, scende verso il basso una barba composta da peli radi e senili. In alto, a destra, Maratta, ha dipinto sulla parete la porzione di un dipinto che pare una scena religiosa.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Le ragazze e i ragazzi di ADO vi chiedono di stare a casa #iorestoacasa

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del ritratto del cardinale Alderano Cybo di Carlo Maratta

Maratta operò sul finire del Seicento e anticipò alcune istanze del Neoclassicismo settecentesco. Nei suoi numerosi ritratti, infatti, non prese una particolare posizione rispetto al contrasto tra le due opposte istanze del periodo. Così, riuscì a conciliare il Barocco, spogliandolo degli eccessi di stile, con il Classicismo di Raffaello. Il ritratto del cardinale Alderano Cybo è dominato dall’intenso rosso della mozzetta. Il piano dell’arredo, e gli oggetti appoggiati sopra, sono, poi, descritti in modo dettagliato e molto realistico. Il piano e il dipinto, con la cornice elaborata, creano uno spazio geometrico molto rigoroso. La composizione, infine, concede maggiore importanza alla metà verticale sinistra nella quale è ospitata la figura del cardinale.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Carlo Maratta, Il ritratto del cardinale Alderano Cybo, sul sito del Musée des Beaux-Arts di Marsiglia.