Bagnante in un paesaggio di Francesco Hayez

Bagnante in un paesaggio di Francesco Hayez è il titolo di alcuni dipinti che l’artista nato a Venezia realizzò nel corso della sua carriera.

Francesco Hayez, Bagnante in un paesaggio, ca. 1832, olio su tela, 62 x 56 cm. Bergamo (BG), Pinacoteca dell’Accademia Carrara

Indice

Descrizione di Bagnante in un paesaggio di Francesco Hayez

La giovane donna raffigurata da Francesco Hayez è adagiata su alcune rocce ai bordi di una pozza d’acqua naturale. La bagnante siede su un telo bianco che avvolge in parte il suo bacino. In alto un denso fogliame la ripara da sguardi indiscreti mentre a sinistra, in lontananza si coglie un paesaggio collinare e un centro abitato.

Il tema della bagnante era presente già nell’antichità classica ed era rappresentato nelle statue delle Veneri al bagno.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera intitolata Bagnante di Francesco Hayez è custodita presso la Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo. Cesare Pisoni donò l’opera nel 1923.

L’artista e la società. La storia dell’opera Bagnante in un paesaggio di Francesco Hayez

Hayez dipinse quest’opera nel suo periodo giovanile intorno all’età di 35 anni circa 10 anni dopo il suo trasferimento a Milano. L’artista era già introdotto con successo nel mondo della cultura accademia e collezionistica della città.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Bagnante in un paesaggio di Francesco Hayez

Il dipinto presenta le caratteristiche della pittura raffinata e idealizzata che Hayez praticò fin dai tempi della sua formazione. Nel tempo l’artista abbandonò i temi della pittura mitologica per avvicinarsi al romanticismo storico.

Bagnante di Francesco Hayez è un’opera realizzata ad olio su tela di 56 centimetri di altezza e 62 cm di larghezza.

La Bagnante di Francesco Hayez della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma

La Bagnante di Francesco Hayez della Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma
La Bagnante di Francesco Hayez della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma

Francesco Hayez, Bagnante, 1844, olio su tela, misure?. Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

La bagnante è adagiata nuda su un telo bianco che ricopre il terreno erboso inclinato. La posizione della giovane è elegante ma anche utile per coprire il suo pube, interamente nascosto dal ginocchio sinistro sollevato. Le calzature e la boccetta con gli unguenti si trovano a destra mentre il ruscello si intravede a sinistra in basso.

La figura della bagnante è costruita lungo la diagonale che sale da sinistra e procede verso destra in alto. Anche il pendio erboso segue la stessa inclinazione mentre i tronchi degli alberi sono inclinati nel senso opposto.

La firma di Francesco Hayez è incisa nell’alzata del secondo gradino dal basso.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Francesco Hayez, Bagnante, sul sito della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

La Bagnante di Francesco Hayez dell’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano in Italia

La Bagnante di Francesco Hayez dell'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano in Italia
La Bagnante di Francesco Hayez dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano in Italia

Francesco Hayez, Bagnante, non datato (1859), olio su tela, 133,5 x 120 cm. Milano, Accademia di Belle Arti di Brera

Angiolina Rossi Hayez di Milano donò l’opera alla Pinacoteca dell’Accademia nel 1883. L’opera è stata datata dallo storico dell’arte Carotti al 1859 poiché non presenta datazione dell’artista.

Questa è considerata dagli studiosi la versione finale del genere delle bagnanti che Hayez dipinse frequentemente. I primi esempi di figura femminile al bagno sono i soggetti indicati come Betsabea. La prima versione di questa serie Hayez la realizzò per il re di Wurttenberg nel 1827.

Articolo correlato

La bagnante di Valpinçon di Jean-Auguste-Dominique Ingres

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • F. Mazzocca (a cura di), Francesco Hayez. Ediz. illustrata, Silvana (5 novembre 2015) Collana: Cataloghi di mostre, ISBN-10: 8836632343 ISBN-13: 978-8836632343
  • Francesco Leone, Fernando Mazzocca, Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini. Catalogo della mostra (Forlì, 9 febbraio-16 giugno 2019). Ediz. a colori, Silvana Collana: Arte, 13 febbraio 2019, EAN: 9788836641437
  • F. Mazzocca (a cura di), Romanticismo. Catalogo della mostra (Milano, 26 ottobre 2018-17 marzo 2019). Ediz. a colori, Silvana (29 ottobre 2018) Collana: Arte, ISBN-10: 8836641008 ISBN-13: 978-8836641000

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 3 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Francesco Hayez intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Francesco Hayez

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Francesco Hayez, Bagnante, sul sito della Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo e sul sito dei Sito dei Beni Culturali della Regione Lombardia.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera