Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet

Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet racconta un episodio della vita del filosofo e teologo Pietro Palatino.

Francois Marius Granet, Abelardo nel chiostro, 1820-1830 circa, olio su tela, 100, 5 x 81,5 cm. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del dipinto Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet

All’interno di un alto porticato del chiostro passeggiano alcuni religiosi vestiti con una lunga tunica nera. Abelardo è in piedi con le braccia aperte rivolto verso il fronte del dipinto. Guarda verso la sua sinistra, alla destra del quadro, e tiene in una mano un foglio. Gli altri religiosi invece si dirigono verso il fondo dove porte spalancate rivelano un altro ambiente. Nel porticato, a sinistra è presente un grande Crocifisso scuro mentre al centro della volta scende uno stendardo rosso con una figura religiosa. Alcuni vasi con grandi piante sono posati sul muretto a sinistra. Infine la luce del sole penetra dal colonnato di destra.

Interpretazioni e simbologia dell’opera Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet

Il protagonista dell’opera è Pietro Abelardo, Peter Abélard, filosofo, teologo e compositore. È anche chiamato Pietro Palatino con il nome latinizzato e trasformato in toponimo. Infatti il teologo nacque nel 1079 a Le Pallet in Francia. È considerato uno dei più importanti filosofi e pensatori medievali perché fu il precursore della scolastica.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto si trova dal 1889 nelle collezioni della Galleria d’Arte Moderna di Genova grazie a un legato testamentario di Maria Brignole-Sale De Ferrari duchessa di Galliera. Presso la Galleria è esposto nella raccolta di pittura di storia e collezioni aristocratiche.

La storia dell’opera Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet

Francois Marius Granet nacque ad Aix-en-Provence nel 1775 e realizzò questo dipinto all’età di oltre 40 anni. L’opera è firmata in basso a sinistra con il nome di Granet

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Abelardo nel chiostro di Francois Marius Granet

Francois Marius Granet ebbe modo dal 1808 al 1819 di copiare e ritrarre monumenti antichi a Roma dove visse in quegli anni. Ebbe uno studio a Villa Medici e fu ritratto proprio in esso da Jean-Auguste-Dominique Ingres. In Italia fu conosciuto anche con il nome di Granetto. Nel 1824 tornò in Francia e divenne conservatore presso il museo del Louvre. Il suo stile è quindi molto vicino alle forme neoclassiche.

La tecnica

Il dipinto di Granet, Abelardo nel chiostro è un olio su tela di 100, 5 x 81,5 cm.

Il colore e l’illuminazione

I toni del dipinto sono molto caldi. L’atmosfera è buia e cupa, illuminata al centro solo dalla luce solare che entra attraverso il colonnato. La parete di sinistra assume un colore dorato per via dei raggi riflessi. Invece a destra sul terreno si proiettano direttamente i raggi del sole creando un riflesso a forma degli archi del chiostro. La luce sul fondo rivela la stanza nella quale sono riunite le altre eminenze.

Lo spazio

La scena è ambientata in un alto e monumentale chiostro che fa sembrare le figure umane molto piccole. Lo spazio è costruito attraverso una stretta prospettiva centrale che conduce fino alla stanza oltre le porte. La profondità è poi immediatamente percepibile grazie alla scansione degli archi a destra e a sinistra e del confronto visivo tra le figure in primo piano e quelle lontane e sedute al tavolo.

La composizione e l’inquadratura

Abelardo nel chiostro è un dipinto rettangolare e sviluppato in verticale. La sua inquadratura è occupata dal volume del chiostro e l’arco in primo piano passa oltre il bordo superiore del dipinto. Sull’asse centrale è disposto lo stendardo in alto e la figura di Abelardo in basso. Gli archi e le colonne laterali creano infine una scansione ritmica che conduce lo sguardo verso stanza di fondo.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Un pittore francese in villa. François Marius Granet 1775-1849 a Frascati, Campisano, 2004, EAN:9788888168197

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 14 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Francois Marius Granet intitolate:

  • Abelardo nel chiostro

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Francois Marius Granet, Abelardo nel chiostro, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.